Home > Sport > Albiol: “Quando una squadra è così forte in attacco è ovvio che nella fase (...)

Albiol: “Quando una squadra è così forte in attacco è ovvio che nella fase difensiva possa avere delle difficoltà”

mercoledì 5 marzo 2014, di Fabio Morrone

Raul Albiol, uno dei tanti spagnoli del Napoli di Rafa Benitez, ha rilasciato un’intervista alla trasmissione spagnola Al Primer Toque Ecco le sue parole: “La gente di Napoli è molto calorosa, speriamo di poter dar loro una soddisfazione importante. C’è un tecnico spagnolo come Benitez, oltre a vari compagni del Real Madrid e quindi l’adattamento è stato più semplice”.

Albiol passa a parlare dell’addio al Barça del connazionale Puyol – “dispiace, è un giocatore importante sia in campo che nello spogliatoio anche nella Nazionale”.
Sull’assenza di Arbeloa - “Abbiamo condiviso tanti momenti insieme, prima del Mondiale 2010 sfidammo alla playstation Sergio Ramos e Jesus Navas. Arbeloa ed io indossavamo maglie dell’Inghilterra originali, loro comprarono due t-shirt del Brasile, ma false! Spero che possa tornare in Nazionale, sono certo che facendo bene col Real ne avrà la possibilità”.

Albiol parla del neo portiere azzurro, Diego Costa - “Già si sente a casa sua, questo gruppo accetta benissimo i nuovi arrivati”.
Sull’amichevole della Spagna contro l’Italia - “L’Italia ci ha messo spesso in difficoltà, solo nella finale degli Europei riuscimmo a superarla nettamente. Se gli azzurri hanno vinto quattro Mondiali c’è un motivo, sono una squadra sempre competitiva e sono certo che sarà dura anche questa volta”.
Reina e la maglia di Balotelli – “Se Pepe dorme con la maglia dell’attaccante rossonero? Dopo la gara d’andata si trattennero a parlare qualche minuto, quasi come amici. Mario è un grandissimo giocatore, può vincere certe gare da solo”.

Sui problemi della difesa azzurra – “Quando una squadra è così forte in attacco è ovvio che nella fase difensiva possa avere delle difficoltà, dobbiamo migliorare dal punto di vista dell’equilibrio. Stiamo lavorando in questo senso, abbiamo voglia di non incassare reti in più occasioni”.
Il difensore parla del calcio italiano – “Molte squadre utilizzano il 5-3-2, sistemandosi vicini alla loro area, se non si segna presto le partite diventano difficilissime. Abbiamo perso molti punti con questo tipo di squadre”.

Sulle differenze tra Mourinho e Benitez – “Sono due allenatori molto diversi, con Rafa sono felicissimo, mi sta dando molta fiducia. Il cambio mi è convenuto, ovviamente. Ho voglia di far bene e spero di poter restare con lui tanti anni”.
Sul calore e sulla passione napoletana – “Io posso camminare per strada, Higuain no! E’ ovvio che per gli argentini ci sia un affetto speciale dopo Maradona”.

L’addio a Luis Aragones – “Quando si parlava con lui era sempre speciale, ci ha fatto credere in noi stessi ed io sono particolarmente legato al suo ricordo visto che grazie a lui ho debuttato in Nazionale”.
La maglia mimetica – “Dopo la gara con l’Arsenal non l’abbiamo più utilizzata, quella partita non fu molto positiva. Ora usiamo la gialla che ci porta fortuna”.

Albiol conclude l’intervista su un suo possibile futuro nel cinema con ADL – “Il presidente non mi ha ancora offerto un ruolo, ma appena mi vedrà recitare sono certo che mi porterà con lui ad Hollywood: me la cavo benissimo!”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.