Home > Appuntamenti > "Amata terra mia": musica, lettura e cultura. Al Castello Lancellotti si (...)

"Amata terra mia": musica, lettura e cultura. Al Castello Lancellotti si discute della terra di Lauro.

Lauro - Continua, dopo il grande successo dell’ottava edizione di "Lumina in Castro - alla corte dei Pignatelli", il lavoro dell’associazione Pro Lauro.

venerdì 20 settembre 2013

Lauro - Continua, dopo il grande successo dell’ottava edizione di "Lumina in Castro - alla corte dei Pignatelli", il lavoro dell’associazione Pro Lauro.

Il prossimo appuntamento è fissato per Sabato 21 Settembre 2013 alle ore 17.30, presso la Sala d’Armi del Castello Lancellotti, con "Amata terra mia - La Lauro che vogliamo per i giovani di ieri e di oggi"; un incontro – dibatto sulle problematiche e le prospettive future del laureano.

Ospite della manifestazione sarà Francesco Lupo, che da profondo amante della terra di Lauro, esporrà alcuni suoi dipinti in una serata sospesa tra immagini da sogno e degrado ambientale, quello con cui il territorio, purtroppo, è costretto a convivere. Seguirà, poi, una lettura di testi estratti dalla sua antologia "Dolci le mie parole ne’ la sera" a cui farà seguito un dibattito aperto con il pubblico.

Sarà un viaggio nel mondo della bellezza, della poesia, dell’arte accompagnati dalla musica di Antonio Ferraro, attraverso le voci dei lettori Annarita Recupito, Daniele Acerra e Giovanni Verdoliva di passi scelti, cocchiere del viaggio sarà il presidente dell’associazione, l’avvocato Pasquale Colucci "questo che stiamo vivendo - dichiara il presidente - è un momento delicato; il nostro territorio, vive una forte crisi, dettata sì dal difficile momento economico, ma è soprattutto una crisi culturale, di disinteresse alle piaghe che l’affliggono. Lo scopo di questo incontro è quello di mettere in luce i problemi, individuarli e parlarne. L’invito, dunque, è quello di non mancare all’appuntamento con la nostra terra che ci chiama, che ci chiede aiuto e sensibilità attraverso la voce di un’associazione giovane, che per il territorio e la diffusione della cultura si impegna per ripartire come comunità attiva e partecipe".

“Il dato di partenza da cui prende spunto l’evento è sicuramente la forte vocazione turistica della cittadina di Lauro e tutte le sue potenzialità – dichiara Francesco Lupo – l’unica speranza a cui aggrapparsi per far fronte alle scarse prospettive per i giovani e alla crisi del tessuto sociale che mettono tutti in grave allarme. Questo incontro deve essere l’inizio di un percorso da fare insieme istituzioni, associazioni e comunità - conclude Francesco Lupo - la strada da tracciare si dovrà basare sul rispetto e sul dialogo per capire cosa, insieme, si può fare per Lauro, per i suoi giovani e per il suo futuro".

Per l’ufficio stampa Maria Magistro

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.