Home > Attualità > Comunicati Stampa > Bike&Energy Day. I napoletani pedalano ma non parlano la lingua (...)

Bike&Energy Day. I napoletani pedalano ma non parlano la lingua green

giovedì 7 novembre 2013, di Comunicato Stampa

Conclusione in positivo per il primo Bike&Energy Day, ma oltre il 60% dei napoletani ignora il significato dei termini “green”. Così commenta il direttore di ANEA, Michele Macaluso: “Sono segnali incoraggianti, che testimoniano l’attenzione dei cittadini verso modelli di vita eco-sostenibili e una moderna concezione di vivibilità urbana, ma perché la curiosità travalichi le mode e diventi uno stile di vita consapevole, occorre prima di tutto chiarezza e sembra che la lingua parlata dal mondo eco-sostenibile generi ancora qualche confusione e perplessità. Questa considerazione ci spinge a dare un ulteriore supporto informativo anche attraverso una nuova sezione del nostro sito www.anea.eu, dedicata ai vocaboli sempre più complessi della sostenibilità ambientale, e che sarà on-line nei prossimi giorni. Una guida per il cittadino, in linea con le nostre finalità di informazione e formazione che trovano un senso più ampio nelle iniziative in strada come il Bike&Energy Day, per il quale prevediamo già una seconda edizione nel 2014 e nei prossimi appuntamenti, a novembre per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti e dal 27 al 29 marzo prossimi con EnergyMed, l’annuale Mostra Convegno sulle Fonti Rinnovabili e l’Efficienza Energetica nel Mediterraneo”.
Ma se la conoscenza della lingua parlata dal mondo green risulta ancora insufficiente, l’interesse per i veicoli ecologici è in aumento, come indicano i dati ANCMA 2013 con un +25% di vendite di biciclette elettriche nel Sud Italia. Un trend confermato dalle aziende che hanno partecipato al Bike&Energy Day e testimoniato anche dall’interesse dei napoletani che, durante la manifestazione, hanno potuto testare su strada oltre 500 biciclette a pedalata assistita, pieghevoli, mountain-bike, city-bike, monopattini, tricicli e personal transporter. Il 60% degli interessati alla bicicletta ha preferito quella a pedalata assistita, in particolare nella versione pieghevole che in città è apprezzata soprattutto per la praticità e la convenienza nel trasporto intermodale. Resta, però, ancora bassa la percentuale di donne inclini all’uso quotidiano della bici. Molte le richieste di informazioni anche sulla vettura elettrica, il quadriciclo, sulle condizioni assicurative, i consumi e le norme del codice della strada per questo particolare veicolo. Sempre in campo di mobilità elettrica, grande interesse per il sistema di car sharing proposto a Napoli con la formula di abbonamenti “Green Mobility Sharing”. Per quanto riguarda i consumi ecologici, invece, particolare successo ha avuto la distribuzione di campioni di detersivo alla spina, un sistema a basso impatto ambientale che negli ultimi anni si è diffuso in Campania in modo capillare.
Sta per concludersi, così, la manifestazione (nata in collaborazione con il Comune di Napoli) dedicata alla mobilità sostenibile e al risparmio energetico che da maggio ha toccato, ogni mese, le principali aree pedonali della città. E Sabato 9 novembre si taglia il traguardo dell’ultima tappa in via Toledo, dalle ore 9.00 alle 15.00.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.