Home > Politica > Buonajuto (Pd) su costi della politica: "Nessun taglio immediato, in (...)

Buonajuto (Pd) su costi della politica: "Nessun taglio immediato, in consiglio passa soluzione generica. Andiamo avanti".

mercoledì 31 luglio 2013, di La redazione

ERCOLANO. "Il consiglio comunale di Ercolano ha deciso di non accogliere la mia mozione sul taglio dei costi alla politica, ma di far passare una generica soluzione. Si è persa un’occasione, avremmo potuto offrire un segnale diverso alla città. Il nostro obiettivo è tagliare immediatamente i costi a carico dell’ente senza dover aspettare i lavori futuri di una commissione. La nostra battaglia non finisce qui e continuerà anche in sede di bilancio. Vigileremo affinché la riduzione sia reale e i benefici possano ricadere sulla nostra comunità".

Lo ha dichiarato il consigliere renziano di Ercolano Ciro Buonajuto, dopo aver presentato la mozione per ridurre le ore di commissione (sino a un massimo di quattro) e un conseguente risparmio per il comune, nonché la riduzione delle indennità di carica del Sindaco e dei consiglieri Comunali. La mozione, sostenuta dai consiglieri comunali Rosario Scognamiglio, Giampiero Perna, Michele Maddaloni, Luigi Simeone e Luigi Fiengo, è stata modificata da un diverso gruppo di consiglieri comunali.

"Purtroppo - ha continuato Ciro Buonajuto - per effetto dello stravolgimento apportato al testo finale della mozione è scomparso ogni riferimento numerico ai tagli immediati ai costi della politica. Il testo finale, quindi, così come emendato, è stato votato da undici consiglieri comunali con l’astensione degli originari proponenti, del Sindaco, del Presidente del Consiglio Comunale e del Consigliere di minoranza Gennaro Miranda".

La proposta sarà portata in sede di approvazione del Bilancio di previsione a fine settembre.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.