Home > Sport > Campionato di Serie A: Napoli, ennesima prova di maturità

Campionato di Serie A: Napoli, ennesima prova di maturità

lunedì 13 gennaio 2014, di Fabio Morrone

Il Napoli espugna il Bentegodi di Verona e mantiene il passo di Juventus e Roma (entrambe vittoriose rispettivamente contro Cagliari e Genoa). Gli scaligeri mettono paura al Napoli per 25’, grazie ad un pressing asfissiante e a una condizione fisica ottimale.

Dopo il gol azzurro di Mertens, il Verona si disunisce e perde la brillantezza, contrariamente, la squadra di Benitez s’invigorisce conducendo il match a proprio piacere fino a trovare il secondo ed il terzo gol nella ripresa che di fatto sanciscono la vittoria dei partenopei per 3-0. Curiosità della gara, in campo ci sono i due Rafael, entrambi portieri brasiliani che hanno militato nel Santos, anche se in epoche diverse.

Formazioni:
Hellas Verona (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore, 22 Maietta, 18 Moras, 33 Agostini; 10 Hallfredsson, 19 Jorginho, 2 Romulo; 15 Iturbe, 9 Toni, 21 Gomez. A disp.: 12 Nicolas, 98 Borra, 3 Albertazzi, 4 Laner, 5 Donati, 6 Martinho, 8 Cacia, 11 Jankovic, 14 Cirigliano, 23 Gonzalez, 25 Marques, 30 Donadel.
All.: Andrea Mandorlini

Napoli (4-2-3-1): 1 Rafael; 11 Maggio, 21 Fernandez, 33 Albiol, 27 Armero; 88 Inler, 20 Dezemaili; 7 Callejon, 19 Pandev, 14 Mertens; 9 Higuain. A disp.: 12 Contini, 15 Colombo, 2 Reveillere, 3 Uvini, 5 Britos, 13 Bariti, 17 Hamsik, 22 Radosevic, 24 Insigne, 91 Zapata.
All.: Rafael Benitez

Arbitro: Doveri di Roma

Cronaca della partita:
L’inizio è tutto veronese, i gialloblù schiacciano il Napoli e non gli permettono di uscire dalla propria metà campo. La partita è piacevole anche se non si registrano delle vere azioni da gol fino al 25’, minuto in cui il Napoli si rende pericoloso con Mertens che serve Armero, l’esterno azzurro entra nell’area di rigore avversaria e serve a rimorchio Higuain; il tiro dell’argentino è respinto dal Rafael veronese.

Dopo due minuti gli azzurri passano in vantaggio: Higuain serve Mertens sulla sinistra, il belga entra in area e fa partire un tiro a giro che passa tra due avversari e termina in rete alla sinistra di Rafael. Grandissimo gesto tecnico dell’ex giocatore del Psv Eindhoven. Al 37’ Higuain ha una buona opportunità per raddoppiare, ma il suo tiro a incrociare termina fuori di poco.

Il Verona accusa il colpo e soffre i contropiedi micidiali della squadra di Benitez; al 43’ Higuain allarga la sfera di prima verso Callejon, il numero sette fa partire un tiro molto angolato, Rafael riesce a deviare e a scongiurare il 2-0. Il primo tempo si conclude con il Napoli meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa si fanno subito pericolosi i padroni di casa con Luca Toni (servito da Iturbe), Rafael (questa volta trattasi del portiere azzurro), argina la minaccia e mantiene il risultato intatto. Al 10’, mischia nell’area scaligera, Dzemaili riesce a servire Pandev il quale si divora il secondo gol calciando alto a tu per tu con l’estremo difensore avversario. Il Napoli cerca di chiudere la partita e ci prova con Dzemaili, dopo una bella azione corale, Rafael è attento e blocca.

Il raddoppio arriva puntuale al 27’ con il neo entrato Insigne (primo gol in campionato): Mertens dà con i tempi giusti la palla a Maggio, che nel frattempo si era sovrapposto sulla fascia destra, cross del capitano azzurro e deviazione sottomisura dello scugnizzo napoletano.

Con il 2-0 il Napoli cerca di congelare la partita, il Verona è sulle gambe e non sembra avere la forza per reagire. Al 31’ arriva addirittura il 3-0 ad opera dello svizzero Dzemaili che ribadisce in rete un tiro di Insigne (su suggerimento di Callejon) precedentemente deviato dall’ottimo Rafael.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.