Home > Sport > Campionato di serie A, Benitez: Lavorando bene si può tutto

Campionato di serie A, Benitez: Lavorando bene si può tutto

martedì 4 febbraio 2014, di Fabio Morrone

Consueta intervista del dopo gara del tecnico azzurro Rafa Benitez, tra i temi affrontati: la débâcle del Napoli nell’ultima partita di campionato, un giudizio su i nuovi acquisti, la sfida di Coppa Italia con la Roma e lo stato di flessione psicofisico della sua squadra.

Benitez inizia parlando della pesante sconfitta di Bergamo:
“Difficile analizzare una partita dopo il 3-0. Nel primo tempo la squadra ha tenuto la partita, nel secondo tempo mi sarei aspettato di più”.

Il tecnico non crede che la squadra sia scesa in campo con la mentalità sbagliata. “Noi pensiamo a vincerle tutte. Parlando con la squadra durante la preparazione ho detto questo. Bisognava vincere per accorciare la distanza dalla Fiorentina. Il nostro atteggiamento è di giocare per vincere e proviamo a fare bene ogni volta”.

Non pensa che la squadra abbia recepito un messaggio sbagliato con il turnover?
“Il discorso non è parlare di turonver, ma di come gestire al meglio la rosa. Higuain può fare la differenza, Zapata deve ancora crescere, ma tutti i giocatori sono capaci di affrontare le partite e vincerle”.
Partita determinata dagli episodi?
“Il primo gol ha cambiato tutto - continua Benitez - ora siamo un po’ in difficoltà. Nella partita con la Lazio la squadra ha dimostrato qualità e carattere”.

Cos’è cambiato rispetto all’inizio?
“All’inizio abbiamo perso giocatori importanti, che in ogni squadra potevano rivelarsi determinanti. Questo significa che gli altri devono giocare più partite e diventa più difficile gestire la rosa. Noi analizziamo tutte le partite, qualcosa si può cambiare, qualcos’altro no. Abbiamo due giorni per preparare la partita con la Roma. Tanti giocatori hanno fatto benissimo, non possiamo condannarli per un errore”.
Cosa bisogna fare ora? “Io sono positivo, possiamo fare ancora bene. Siamo all’inizio del girone di ritorno e con i nuovi acquisti abbiamo qualità e quantità per migliorare”.

Bilancio?
“Per me si fa a fine anno, è presto. Sembrava che la qualità iniziale fosse da squadra da scudetto, ma il campionato italiano non è facile”.
Cambiare modulo e dare fisicità?
“Non va cambiato modulo, una squadra deve avere giocatori in campo capaci di capire cosa fare a prescindere dagli avversari”.

Esclusione Jorginho dalla lista Uefa?
“Nella lista puoi cambiare solo 3 nomi, noi abbiamo perso Cannavaro, Armero e Mesto, questo vuol dire che ci tocca inserire Ghoulam e Reveillere, terzini che non abbiamo. Henrique è un difensore centrale, Jorginho resta fuori in attesa di Behrami”.

Coppa Italia?
“Questa è una sfida importante per noi, dobbiamo fare bene per dimostrare la nostra forza”.
Behrami?
“Ieri si è allenato bene, ma penso sia presto per inserirlo in rosa. E’ una questione fisica, ma è un giocatore importante per il nostro centrocampo”.

Errori?
“Io credo che l’atteggiamento della squadra sia perfetto – afferma Benitez - lavorano sempre al 100%. Subire un gol all’ultimo minuto è dovuto ad un calo di concentrazione. Dobbiamo capire meglio i nostri errori e limitarli”.

Benitez parla delle speranze scudetto.
“Quest’anno sappiamo che non sarà facile, ma proveremo ugualmente a vincere qualcosa. Noi lavoriamo per dare il 100%, ma nel calcio è difficile fare pronostici”.

Obiettivi?
“Io odio chi si lamenta e lo dico sempre ai giocatori. Se si perde la palla va recuperata. Mercoledì con la Roma proveremo a dimostrarlo a tutti. Bisogna vedere dove siamo e capire dove vogliamo arrivare”.
Il tecnico conclude sulla possibilità di ridurre le distanze in classifica dalla Juventus. “Non è facile, loro stanno facendo benissimo, ma si può migliorare con un lavoro ben preciso. L’ho capito con le mie esperienze passate; col Liverpool ho fatto prima 82 punti, poi 86. Lavorando bene si può tutto”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.