Home > Sport > Campionato di serie A, Napoli, l’urlo di Higuain terrorizza anche i (...)

Campionato di serie A, Napoli, l’urlo di Higuain terrorizza anche i rossoneri

domenica 9 febbraio 2014, di Fabio Morrone

Un buon Napoli ritrova la vittoria dopo due sconfitte e due pareggi (tra Coppa Italia e campionato) e rimane a +3 punti in classifica dalla Fiorentina (anch’essa vittoriosa contro l’Atalanta) e a -3 dalla Roma (che ha due partite in meno).

Nei partenopei, Benitez conferma la stessa squadra che mercoledì ha giocato in Coppa Italia eccezione fatta per Reveillere (infortunato) che viene sostituito da Ghoulam e dello stakanovista Callejon, sempre presente in questa stagione, il quale ha potuto godere di un turno di riposo, al suo posto gioca Insigne.
Sul fronte Milan, Seedorf fa esordire il marocchino Adel Taarabt che va a comporre il terzetto di trequartisti, insieme a Robinho e ad Abate (che ritorna in posizione avanzata dopo un’eternità) alle spalle dell’unica punta Balotelli.

Formazioni:
Napoli (4-2-3-1): Reina, Maggio, Albiol, Fernandez, Ghoulam, Inler, Jorginho, Mertens, Hamsik, Insigne, Higuain. All.: Benitez.
Milan (4-2-3-1): Abbiati, De Sciglio, Ramì, Mexes, Emanuelson, De Jong, Essien, Abate, Taarabt, Robinho, Balotelli. All.: Seedorf.

Cronaca della partita:
Gli azzurri, come contro la Roma in Coppa Italia, partono subito bene e dopo pochi secondi avrebbero già l’occasione per portarsi in vantaggio con Higuain, ma il suo tiro è debole, Abbiati para senza problemi. Ma al 7’ sono i rossoneri a passare in vantaggio con Taarabt; il marocchino parte da centrocampo e non essendo contrastato da nessun avversario, fa partire un tiro chirurgico dal limite dell’area che termina alla sinistra del portiere Reina. Il pareggio del Napoli non tarda molto ad arrivare, infatti al 10’ lo svizzero Inler fa partire un gran tiro che, complice anche una deviazione di De Jong, termina alle spalle di Abbiati.

Al 12’ ci prova De Ciglio da fuori, ma Reina non si fa sorprendere. Partita molto viva e ricca di capovolgimenti di fronte: al 15’ ci prova Higuian, il suo tiro termina fuori di poco. Un minuto più tardi è Balotelli a scaldare i guanti di Reina, nulla di fatto. Al 21’ Mertens, lanciato a rete, cerca il pallonetto su Abbiati che gli frana addosso, l’arbitro applica la regola del vantaggio e, dopo che la sfera termina fuori, assegna un calcio di punizione dal limite dell’area di rigore a favore del Napoli; calcia Mertens, para Abbiati. Al 41’ il Napoli va vicinissimo al vantaggio con Maggio, ma il palo nega il gol al capitano azzurro. Fine dei primi 45’ di gioco.

Nella ripresa, Seedorf manda in campo Kaka al posto dell’evanescente Robinho. Al 56’ i partenopei si portano meritatamente in vantaggio: lancio con il contagiri di Inler che scavalca la difesa rossonera, Higuain brucia Mexes e insacca di testa. Al 61’ ci prova Mertens dalla distanza, Abbiati respinge la sfera; i padroni di casa cercano di chiudere il match. Poco dopo bordata di Essien, Reina nega il pari. Al 71’ ci prova ancora il Milan con Taarabt, il marocchino va alla conclusione dopo aver saltato un avversario, ma Reina è reattivo e respinge. All’80’ Pazzini, partito sul filo del fuorigioco, avrebbe l’occasione per pareggiare, ma il suo tiro è parato da Reina in uscita disperata. All’82’ il Napoli chiude la partita con Higuain: Hamisik si accentra e verticalizza per il neo entrato Callejon, lo spagnolo entra nell’area di rigore avversaria e serve la sfera al liberissimo Higuain che sigla il 3-1 senza problemi. Dopo tre minuti di gioco, l’arbitro fischia la fine della gara.

Il Napoli vince meritatamente creando molte occasioni da gol contro un Milan sornione, che sull’2-1 per gli azzurri, ha fallito più volte il gol del pareggio fino a subire il definitivo 3-1.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.