Home > Cultura > “Capri, Hollywood”, grandi film e un’attenzione ai diritti umani

“Capri, Hollywood”, grandi film e un’attenzione ai diritti umani

mercoledì 25 dicembre 2013, di Roberto Nicorelli

“Saving Mr. Banks” è tra le tradizionali anteprime portafortuna per i premi Oscar nella 18esima edizione di "Capri, Hollywood", la rassegna cinematografica ospitata sull’isola azzurra da domani 26 dicembre al 2 gennaio prossimo.
Al film Disney con Tom Hanks, Emma Thompson, Colin Farrell e Ruth Wilson, che svela per la prima volta i retroscena della nascita del capolavoro “Mary Poppins”, sarà assegnato il “Family award”, in occasione dello special screening in lingua originale dell’opera di John Lee Hancock, in programma il 28 dicembre al cinema Paradiso di Anacapri. A ricevere il riconoscimento sarà la produttrice Alison Owen. Il film è incentrato sulla relazione tra Walt Disney e l’autrice del romanzo da cui è stato tratto Mary Poppins.
“Capri, Hollywood” 2013, sarà presieduto dal regista inglese Michael Radford (nella foto) e dalla produttrice Marina Cicogna.
I maggiori riflettori saranno puntati sulle tematiche sociali dell’Africa e sui diritti umani, con titoli gia’ in odore di premi, come "12 anni schiavo" di Steve McQueen, film con cui apre la kermesse ideata da Pascal Vicedomini, presentato al festival da Lupita Nyong’o, nominata ai Golden Globe per la sua performance. Nel periodo segnato dalla commozione per la sua morte, al pubblico del festival sara’ possibile vedere per una curiosa coincidenza il biopic su Nelson Mandela, "Long walk to freedom", firmato Justin Chadwick, con ospiti i protagonisti Idris Elba e Naomie Harris, premiati a Capri come attori dell’anno. Ma ci sono anche "The butler" di Lee Daniels e "Fruitvale Station" di Ryan Coogler.
Per "I segreti di Osage County", interpretato da Meryl Streep e Julia Roberts, sara’ a Capri Chris Cooper, che, per conto dell’intero cast, ricevera’ il riconoscimento Ensemble Cast 2013.
Tra le altre premiere di quest’anno: "Lone survivor" di Peter Berg, il remake di Carrie, firmato da Kimberly Pierce, "One chance" di David Frankel e "Homefront" di Gary Fleder.
Tra gli ospiti Daniel Bruehl, a cui andra’ il premio come attore europeo dell’anno per Rush; Valeria Golino (attrice europea dell’anno per Come il vento); a Riccardo Scamarcio l’Italian Icon Award; Uberto Pasolini (Still life) e Gianfranco Rosi (Sacro GRA), entrambi Capri Cult Award; ad Ornella Vanoni il Capri Music Award alla Carriera. Sempre per la rassegna dedicata alla causa africana, Gemma Vecchio, motore della Onlus Casa Africa, ricevera’ il Capri Peace Award 2013, e si esibiranno artisti come Badara Seck, il gruppo Tamburi di Goree con il percussionista Ismaila Mbaye. Gia’ consegnato ad Ivan Cotroneo il Capri People Award per lo spot benefico “I have dreams”.
Già prime dichiarazioni di soddisfazione per il direttore artistico Pascal Vicedomini "Film che facevano molta gola ai Festival di Venezia e di Roma li abbiamo avuti noi, vuol dire che siamo considerati una realta’ strategica molto importante, apriamo la stagione".
Nel corso della manifestazione, che si svolgerà tra il Cinema Paradiso e la Casa Rossa di Anacapri e la Certosa di San Giacomo e la Piazzetta di Capri, anche un omaggio all’attrice svedese Ingrid Bergman, a 60 anni del capolavoro di Roberto Rossellini “Viaggio in Italia”, girato proprio tra le meraviglie di Capri, Napoli e Pompei.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.