Home > Attualità > Comunicati Stampa > Casalnuovo. Area sequestrata, il Comune assegna l’area con un (...)

Casalnuovo. Area sequestrata, il Comune assegna l’area con un bando

martedì 15 ottobre 2013, di La redazione

CASALNUOVO. È stato pubblicato un avviso pubblico relativo all’assegnazione, in comodato d’uso gratuito, dell’area di via Vecchiullo rinveniente dall’attività di contrasto all’abusivismo edilizio acquisita al patrimonio comunale.

Si tratta di un terreno di circa sedicimila metri quadrati, oggetto dell’abuso edilizio del 2007.

L’Amministrazione Comunale di Casalnuovo con delibera di Giunta Comunale n. 307 del 04.10.12 ha espresso quale atto d’indirizzo la volontà di assegnare a soggetti o cooperative sociali il terreno proveniente da acquisizione per abusivismo edilizio.

Si ricorda che su quei terreni furono costruiti abusivamente diversi edifici. Le immagini fecero il giro di tutte le televisioni del mondo e portarono allo scioglimento del Consiglio Comunale con D.P.R. del 29 dicembre 2007, nel quale si fa chiaro riferimento a forme d’ingerenza della criminalità organizzata.
Con questo atto deliberativo, l’Amministrazione guidata dal Sindaco Peluso, ha ritenuto che l’affidamento finalizzato all’utilizzo del bene per finalità sociali non può che essere la tangibile presenza delle istituzioni nelle attività di contrasto alle mafie e alle illegalità in generale.

I destinatari del bando sono le cooperative sociali ai sensi della L.381/1991 o altri soggetti privati che non perseguano finalità di lucro.

Il bene oggetto del presente bando, è concesso a titolo gratuito per venti anni nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, a seguito di stipula di una convenzione.

“La destinazione a fini sociali di tale terreno, oggetto del mega abuso del 2007– afferma il Sindaco Peluso – rappresenta un messaggio chiaro e tangibile dell’Amministrazione Comunale nell’azione di contrasto alla illegalità, in quanto la sua restituzione alla collettività è affermazione della cultura della legalità e del primato dello Stato su ogni forma di devianza”.

Lo scioglimento del consiglio comunale con relativo commissariamento segnano in maniera profonda la dignità di una comunità. Il riscatto della città passa anche attraverso queste azioni amministrative: dagli abusi edilizi all’uso sociale dei beni. Oltre a tale bando, infatti, va ricordato che su altri terreni analoghi verranno costruiti alloggi popolari per rispondere all’emergenze abitativa del territorio. Il comune ha inoltre acquisito a patrimonio, secondo ex art. 31 della Legge Regionale 05/13 , immobili oggetto di abbattimento provenienti dal mega abuso edilizio del 2007. A tal proposito, alcune settimane orsono, il C.C. ha deliberato di destinare ad edilizia residenziale popolare e sociale tali immobili che verranno, mediante apposito regolamento, assegnati ai cittadini meritevoli di tutela.

Il bando è reperibile sul sito istituzionale del comune

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.