Home > Cronaca > Cerca di uccidere un amico per un vecchio debito, arrestato

Cerca di uccidere un amico per un vecchio debito, arrestato

lunedì 10 marzo 2014, di Gabriella Bellini

Il trillo del campanello suonato per oltre due ore di continuo lo ha esasperato a tal punto di decidere di impugnare la pistola e sparare contro un amico. Una mattinata di violenza assurda, che solo per un caso fortuito non si è trasformata in tragedia, si è verificata ieri a Nocera Inferiore dove i carabinieri hanno arrestato Giuseppe Marrazzo, 29 anni, accusato di tentato omicidio e detenzione illegale di armi. I militari hanno accertato che intorno alle 9,30 il 29enne aveva esploso alcuni colpi di arma da fuoco all’indirizzo di un coetaneo, che dalle 7 aveva suonato, con insistente frequenza, al suo campanello di casa per parlargli in merito ad una questione economica che era in sospeso tra i due. Un debito di cui non hanno alla fine neanche voluto rivelare l’entità, ma che stava per causare un morto. Dopo un primo tentativo di allontanarlo, infatti, il conoscente è tornato ancora un volta a suonare al citofono. A quel punto Marrazzo ha perso le staffe, ha impugnato la pistola, una calibro 9 che deteneva illegalmente in casa, si è affacciato al balcone ed ha esploso 5 colpi all’indirizzo dell’amico senza colpirlo. Sul posto sono poi arrivati i militari che hanno ricostruito l’assurda dinamica di quanto era accaduto, hanno perquisito l’abitazione trovando l’arma ed hanno arrestato il 29enne.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.