Home > Sport > Champions league: Dortmund amara per il Napoli

Champions league: Dortmund amara per il Napoli

martedì 26 novembre 2013, di Fabio Morrone

Allo stadio Signal Iduna Park va in scena la quinta giornata del gruppo F di Champions League tra il Borussia Dortmund ed Napoli. Ai Partenopei basta un punto per ottenere la qualificazione matematica mentre i tedeschi sono obbligati a vincere per sperare ancora nel passaggio del turno. Come previsto al seguito degli azzurri ci sono circa 5000 tifosi. Clima gelido a Dortmund, temperatura in campo registrata a -5°C. Arbitro dell’incontro lo spagnolo Carlos Velasco Carballo.

Cronaca della partita:
Nei primi 10’ di gioco le due squadre si studiano a centrocampo; al 10’, Lewandowski viene atterrato dell’area di rigore avversaria da Fernandez: penalty ed ammonizione per il difensore azzurro. Reus dal dischetto spiazza Reina. Al 15’ il Dortmund va vicino al raddoppio con Lewandowski che, a tu per tu con Reina calcia incredibilmente fuori. Al 17’ Punizione di Reus dal limite dell’area di rigore avversaria; Reina è bravo a non farsi sorprendere e devia la sfera in angolo. Al 23’ timida reazione degli ospiti con Pandev, ma il tiro del macedone termina innocuo tra le braccia di Weidenfeller.

La partita si accende. Occasione Napoli :al 29’ discesa sulla destra di Callejon, lo spagnolo s’incunea nell’area di rigore avversaria e colpisce il palo alla destra di Weidenfeller. Al 33’ gran tiro di mancino dalla distanza di Mkhitaryan e risposta in angolo di Reina. Due minuti più tardi si rinnova il duello Lewandowski-Reina, ma il portiere spagnolo si supera ancora una volta. Nel recupero ci prova Armero dai 25 metri, grande risposta dell’estremo difensore tedesco. Si va a riposo con il risultato di B. Dortmund-Napoli 1-0.

Nella ripresa assistiamo ad un monologo tedesco: dal 51’ al 58’ ci provano in ordine cronologico Lewandowski (anticipato all’ultimo da Maggio), Reus (due volte una su calcio di punizione) e Mkhitaryan che, con un’azione solitaria, supera quattro avversari prima di scaricare in porta, ma Albiol salva sulla linea. Al 59’ si sveglia il Napoli, Higuain riceve palla all’interno dell’area di rigore avversaria, Weidenfeller in uscita respinge d’istinto. Al 60’, arriva il raddoppio tedesco con Blaszcykowski su assist di Reus. Al 71’, il neo entrato Insigne riapre la partita con un tiro ad incrociare sul secondo palo (assist di Higuain). Ma al 78’, Aubameyang gela le residue speranze partenopee siglando il definitivo 3-1 (in precedenza si era divorato un’altra nitida occasione). Nel finale ci provano ancora Zapata ed Insigne per il Napoli e Mkhitaryan per il Dortmund.

La squadra di Klopp vince meritatamente la sfida con gli azzurri, grazie al suo “calcio totale” ed a una condizione fisica ottimale. Il Napoli conferma di vivere un calo psico-fisico; ora, per il passaggio del turno potrebbe non bastare la vittoria sull’Arsenal

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.