Home > Sport > Coppa Italia, spettacolo all’Olimpico

Coppa Italia, spettacolo all’Olimpico

giovedì 6 febbraio 2014, di Fabio Morrone

Il primo round della semifinale di Coppa Italia tra Roma e Napoli va ai giallorossi, vittoriosi per 3-2, e che tra sette giorni dovranno difendere il risultato al San Paolo di Napoli per accedere alla finale della competizione nazionale.

Nella Roma, rispetto alle previsioni, gioca dal primo minuto di gioco capitan Totti; Ljajic (che dà un po’ di respiro a Florenzi) e l’insostituibile Gervinho completano il terzetto offensivo dei padroni di casa. Anche Benitez manda in campo la formazione tipo, Insigne vince il ballottaggio con Mertens, mentre a centrocampo il tecnico spagnolo preferisce le geometrie di Jorginho al dinamismo di Dzemaili.
Curiosità della gara, entrambe le squadre giocano con le terze divise: completo nero per la Roma e giallo per il Napoli.

Formazioni:
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castán, Torosidis; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Ljajic, Totti, Gervinho. All. Garcia.
Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernández, Albiol, Réveillère; Inler, Jorginho; Callejon, Hamšík, Insigne; Higuaín. All. Benítez.
Arbitro: Bergonzi.

Cronaca della partita:
Al 14’ la Roma passa in vantaggio con Gervinho: grande palla di Totti per l’ivoriano che in velocità si beve la difesa azzurra, salta Reina ed entra in porta con la sfera.
Il Napoli cerca di reagire immediatamente, ma la difesa giallorossa controlla bene gli attacchi avversari. Al 22’, Totti fa partire un gran tiro dalla lunga distanza, Reina para in due tempi.
Al 33’ eurogol di Strootman per il 2-0; l’olandese recupera la palla su Hamsik e fa partire un bolide dai 25’, sfera all’incrocio dei pali alla sinistra di Reina. Al 43’ la Roma avrebbe la possibilità di portarsi sul 3-0, ma il brasiliano Maicon (dopo l’ennesima incursione di Gervinho) calcia sull’esterno della rete.

Fine del primo tempo. Roma micidiale con le ripartenze di Gervinho che nell’uno contro uno è davvero devastante.
A inizio ripresa, il Napoli trova il gol che riapre la partita: Insigne serve la sfera sulla sinistra a Higuain, il cross dell’argentino trova la deviazione beffarda di Maicon che l’ex De Sanctis non riesce a controllare e termina in rete. Al 52’ reazione della Roma con Ljajic, Reina mette in angolo. Al 64’ ci prova Torosidis con un tiro a giro; una deviazione complica la parata di Reina.

Al 70’ arriva il pareggio partenopeo con il neo entrato Mertens: uno-due con Higuain e gran tiro che non lascia scampo a De Sanctis. Ristabilita la parità. All’83’, nel Napoli, dopo un lungo periodo di assenza dai campi di gioco, entra Behrami per Higuain. A due minuti dal termine Gervinho trova il guizzo del 3-2, Roma nuovamente in vantaggio sul filo del rasoio. Al 90’ ci prova Ghoulam su calcio di punizione, De Sanctis devia in angolo. Dopo tre minuti di recupero, l’arbitro Bergonzi decreta la fine delle ostilità.

I primi 90’ vanno alla Roma grazie a un super Gervinho autore di una doppietta e di un’ottima prestazione. Il Napoli ha dato prova di una grande forza di carattere, sotto di due gol è riuscito a rimontare caparbiamente il doppio svantaggio, anche se nel finale è arrivato il gol del 3-2 di Gervinho. Nella partita di ritorno basterà vincere 1-0 per accedere alla finale, facendo però attenzione ai contropiedi giallorossi.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.