Home > Sport > Coppa Italia: tris azzurro, il Napoli è in finale

Coppa Italia: tris azzurro, il Napoli è in finale

venerdì 14 febbraio 2014, di Fabio Morrone

Un grande Napoli ribalta il risultato dell’andata e umilia la Roma per 3-0. Partita molto bella e spettacolare che ha visto premiare una maggiore determinazione e brillantezza degli azzurri in zona gol.

La squadra di Benitez sembra aver ritrovato quella brillantezza psicofisica che, solo fino a una settimana fa, sembrava essere smarrita. I giallorossi non sono riusciti a concretizzare le occasioni avute e sono caduti sotto i colpi di Callejon-Higuain-Jorginho.

Formazioni:
Napoli (4-2-3-1) - Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain
A disposizione: Rafael, Colombo, Britos, Henrique, Reveillere, Radosevic, Behrami, Dzemaili, Bariti, Pandev, Insigne, Zapata. All. Benitez
Roma (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Benatia, Castan, Bastos; Pjanic, De Rossi, Strootman; Ljajic, Destro, Gervinho
A disposizione: Lobont, Skorupski, Toloi, Jedvaj, Romagnoli, Ricci, Mazzitelli, Maicon, Taddei, Florenzi, Totti. All. Garcia

Cronaca della partita:
Il match è subito scintillante; al 1’ Hamsik testa i guanti dell’ex portiere azzurro De Sanctis, ma il tiro dello slovacco è debole e centrale. Al 3’ la Roma fa tremare il San Paolo, Pjanic apre sulla destra per Ljajic, l’attaccanta crossa al centro per Destro, Reina salva in tuffo. Ritmi di gioco altissimi, la posta in palio è molto ambita da entrambe le squadre. Al 24’ gli ospiti si rendono nuovamente pericolosi con Gervinho, Albiol mura la battuta a rete dell’ivoriano, sul susseguirsi dell’azione Ljajic calcia alto.

Al 32’ di gioco, il Napoli passa in vantaggio con un gran colpo di testa di Callejon su un perfetto cross di Maggio. In questo momento a qualificarsi sono i partenopei. Poco dopo Hamsik cerca il gol da cineteca con un pallonetto, ma la sfera termina di poco alta. Nell’occasione De Sanctis era fuori dai pali e non ci sarebbe potuto arrivare. Al 37’ bella triangolazione tra Pjanic e Ljajic, tiro del numero otto che non impensierisce Reina. Fine del primo tempo.

Al 47’ Higuain e Callejon danno spettacolo, De Sanctis riesce a non farsi beffare; ma un minuto più tardi, il portiere giallorosso deve capitolare su calcio d’angolo: Jorginho spizza di testa verso il secondo palo, dove trova la deviazione vincente di testa di Higuain (sotto agli occhi di Diego Armando Maradona presente al San Paolo).

Al 50’ gli azzurri mettono in cassaforte il risultato: Mertens serve Jorginho che, inseritosi nel cuore della retroguardia giallorossa, batte De Sanctis con un delizioso tocco sotto. Al 52’ Strootman potrebbe riaprire la partita, ma l’arbitro Rocchi annulla la rete per fuorigioco. Al 57’, calcio di punizione per la Roma (fallo di Maggio su Bastos) dal limite dell’area di rigore azzurra: tiro Pjanic che termina fuori di poco.

Al 60’ cross di Maicon per Destro, colpo di testa dell’attaccante e palla fuori di poco; sul capovolgimento di fronte tiro di Higuain, forte ma centrale. Al 75’ De Rossi verticalizza per Destro nell’area di rigore azzurra, stop di petto e tiro alto: sospiro di sollievo per il San Paolo. Al 78’ viene espulso Strootman per doppia ammonizione. Roma sotto di tre gol e con un uomo in meno. L’ultimo sussulto della gara è di matrice azzurra con Mertens, De Sanctis para.

Il Napoli vince e vola in finale di Coppa Italia dove affronterà la Fiorentina che martedì ha battuto l’Udinese per 2-0.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.