Home > Sport > DHS Napoli, day after. Oranges esalta i suoi ragazzi: Prestazione (...)

DHS Napoli, day after. Oranges esalta i suoi ragazzi: Prestazione maiuscola. Intensità, grinta e applicazione

sabato 1 marzo 2014, di La redazione

CERCOLA. Negli occhi una prestazione stupenda. Nella testa la consapevolezza di aver messo in difficoltà l’Asti dei record, al quarantesimo risultato utile consecutivo in regular season. La DHS Napoli si è riscoperta grande, in una serata illuminata dai lampi di potenza e tecnica di Fornari e capitan Botta.

“Prestazione straordinaria – dice senza mezzi termini il tecnico azzurro Ivan Oranges – ai ragazzi ho fatto i complimenti per l’applicazione e la cattiveria che hanno messo in campo. Abbiamo fatto tutto quello che avevamo preparato in settimana per cercare di mettere in difficoltà l’Asti, una squadra formidabile. Siamo contenti di aver a lungo messo in dubbio la loro imbattibilità in campionato e, con un pizzico di lucidità in più, forse avremmo anche potuto portare a casa l’intera posta in palio”.

Oranges è soddisfatto, ma analizza anche i dettagli da limare per raggiungere il top. “In una gara come quella con l’Asti è difficile trovare imperfezioni. Anche perché bisogna sottolineare che ogni minima sbavatura viene ingigantita dalla qualità immensa dei giocatori di Polido. I gol subìti sulle palle inattive sono frutto della loro bravura, così come la pressione offensiva sul portiere di movimento, che loro fanno benissimo. Resta solo il leggero rammarico di non aver sfruttato la possibilità di andare sul triplo vantaggio nella ripresa, quando abbiamo avuto due-tre palle gol importanti.

Apro una piccola parentesi anche sulla direzione di gara. Senza fare polemiche, ma credo che per la seconda gara di seguito la mia squadra abbia qualcosa da recriminare sulla gestione del match da parte del duo arbitrale. Basta guardare il gol del momentaneo 3-3, con la palla spostata in avanti almeno di tre metri, e il tabellino di gara, con provvedimenti disciplinari solo per i nostri atleti”.

Prossima fermata Rieti, in attesa della sfida Final Eight. “Una gara da approcciare nel modo giusto. Entreremo in campo con l’obiettivo di fare il massimo. Chiederò ai ragazzi di replicare l’intensità e l’applicazione della gara con l’Asti. Da ora in avanti sono tutte importanti e decisive. Coppa Italia? Ci penseremo dopo Rieti. E’ una sfida affascinante e vogliamo affrontarla con lo spirito giusto”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.