Home > Cronaca > Ercolano. Tragedia sfiorata, sabota l’impianto di gas per sterminare la (...)

Ercolano. Tragedia sfiorata, sabota l’impianto di gas per sterminare la famiglia: arrestato 52enne pluripregiudicato

venerdì 11 ottobre 2013, di Patrizia Panico

ERCOLANO. L’idea di non poter più mettere piede in quella casa, dove una volta rivestiva il ruolo di “capofamiglia”, dev’essere stato un pensiero inaccettabile. A tal punto da premeditare un piano di distruzione che avrebbe potuto uccidere tutti: la sua ex moglie e i suoi stessi figli.

Per fortuna qualcosa è andato storto, il piano di morte è fallito ma ha lasciato tracce ineluttabili sul posto che hanno portato all’arresto dell’uomo dopo pochi giorni assicurandolo alla giustizia.

Tutto è iniziato circa una decina di giorni fa. Un 52enne pluripregiudicato, si è introdotto nell’abitazione della ex moglie, dove la stessa convive tutt’ora con i loro 4 figli tutti minorenni. Dopo aver manomesso il piano cottura, l’uomo ha posizionato un tubicino alla bombola del gas in modo tale da saturare i locali dell’intera abitazione, il piano nelle sue intenzioni era quello di uccidere tutti per avvelenamento o per esplosione.

Il fortissimo odore di gas diffusosi per la casa ha però fatto risvegliare la donna, ignara di tutto, che non appena si è resa conto della tragedia che di lì a poco si sarebbe potuta consumare, ha immediatamente chiamato la Polizia. Gli agenti del Commissariato di Polizia “Portici-Ercolano”, sono intervenuti sul posto in poco tempo accertando che, effettivamente, era stato sabotato l’impianto di erogazione del gas della cucina. Proprio in cucina, sul piano cottura, gli agenti di polizia hanno ritrovato un berretto di lana, in seguito riconosciuto sia dall’ex moglie, sia dai figli, come quello appartenente all’ex capofamiglia.

A seguito di serrate indagini, avviate nell’immediatezza dai poliziotti, in sinergia con la Procura della Repubblica di Napoli, è stato emesso nei confronti dell’uomo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. La Polizia Scientifica, in possesso del berretto dimenticato in casa, effettuerà l’esame del DNA nella comparazione del profilo genetico con i mozziconi di sigarette, volutamente fatte fumare dall’uomo in Commissariato, in occasione della sua convocazione.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.