Home > Attualità > Il fatto > Evade 11 milioni di euro, nei guai ex presidente dell’ordine dei (...)

Evade 11 milioni di euro, nei guai ex presidente dell’ordine dei commercialisti di Nola

mercoledì 26 febbraio 2014, di Gabriella Bellini

Aveva nascosto al Fisco oltre 11 milioni di euro evitando di dichiarare i compensi ottenuti in anni di lavoro. Scoperto e denunciato, per dichiarazione infedele, G.S., 73 anni, già presidente dell’ordine dei commercialisti di Nola, noto in tutta l’area nolana con un pacchetto clienti pieno zeppo di aziende importanti con grandi fatturati.
.I militari della guardia di finanza della Compagnia di Nola hanno indagato a lungo (coordinati dalla Procura della Repubblica di Nola) ed oggi hanno sottoposto a sequestro beni per un valore di oltre 3milioni e 587 mila euro. Le Fiamme Gialle (agli ordini del capitano Luca Modestino Gelormino) hanno sequestrato una villa nella nota località balneare di Diamante (Cosenza) ed un’altra a San Vitaliano dove il noto professionista vive. A portare i militari della Compagnia nolana sulle tracce del professionista alcune incongruenze tra il tenore di vita sostenuto e le dichiarazioni dei redditi presentate.
Dagli accertamenti eseguiti sugli oltre 10 conti correnti allo stesso riconducibili, i militari hanno rilevato movimentazioni non giustificate per oltre 5,5 milioni di euro nel 2008 e quasi 4,5 nel 2009; centinaia di versamenti in contanti di somme di denaro poco al di sotto delle soglie minime previste ai fini valutari. Eppure a questi ingenti "giri" di denaro il commercialista non ha saputo fornire alcuna spiegazione. Attraverso le indagini, invece, è stato possibile accertare le modalità di reimpiego degli ingenti proventi sottratti a tassazione da parte del professionista. Da qui il provvedimento di sequestro e la denuncia.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.