Home > Attualità > Il premio Gallo d’oro per la sezione emergenti a Susy Palumbo

Il premio Gallo d’oro per la sezione emergenti a Susy Palumbo

venerdì 22 novembre 2013

MARIGLIANELLA. La semplicità e la giovialità dell’artista Susy Palumbo, napoletana doc, che sta muovendo i suoi primi passi nel difficile mondo dello spettacolo miete altri consensi. Questa volta il riconoscimento arriva dal premio internazionale Gallo D’Oro, prestigiosa rassegna ideata da Anita Capasso, giornalista. Bella la motivazione attribuitale nella sezione artisti emergenti per la napoletanità nobile e sincera. Il premio sarà consegnato, a Mariglianella, nell’ambito della kermesse che si terrà il 17, 18 e 19 Luglio 2014. La conduttrice partenopea ultimamente è rimbalzata agli onori della cronaca,oltre che per il suo indubbio talento, come portafortuna ufficiale della squadra del Napoli. A riconoscerle questo merito un forte plebiscito da parte dei tifosi napoletani. Susy,infatti, tifosissima degli azzurri, condivide sul suo profilo Facebook e sul suo sito foto con le varie partite del Napoli pronosticandone la vittoria. Risultati tutti azzeccati. Solo in tre casi la Palumbo ha scelto il silenzio: Sassuolo, Roma e Juventus, partite in cui la squadra del Napoli non ha brillato. Da qui i tifosi l’hanno consacrata il fenomeno dell’anno in termini di pronostici attirando l’attenzione di tutti i media su di lei. Il noto Showman Gianni Simioli, noto scopritore di talenti, l’ha subito invitata insieme al suo compagno di vita Luigi Concilio alla Radiazza, la fortunata trasmissione che conduce tutti i giorni dalle 10.30 alle 12.30 sulle frequenze di Radio Marte. Il prossimo appuntamento con il pubblico e i tifosi è previsto per lunedì. Sempre alla Radiazza Gianni e Susy commenteranno i risultati calcistici all’insegna di Forza Napoli.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.