Home > Attualità > Intervista ad Antonio Ciccone, protagonista del Film “Malanapoli, la (...)

Intervista ad Antonio Ciccone, protagonista del Film “Malanapoli, la ventunesima stella

Il Ciccone prenderà parte al cortometraggio “Gli invisibili”, di Stefano Giordano, che parla dei senza fissa dimora.

lunedì 21 ottobre 2013

1. Quando non è un attore chi è Antonio?
Quando ho la possibilità riprendo il mio vecchio lavoro di tecnico, ma cosa più importante quando non lavoro sono padre di 4 splendidi bambini!

2. Alcuni dei ruoli che ti sono più piaciuti? Quelli che forse hai apprezzato un pò meno?
Sicuramente porterò sempre con me il ruolo che interpretavo, ovvero un detenuto, nella fiction "Il caso Tortora" regia di Ricky Tognazzi. Invece, se proprio devo scegliere un ruolo che ho apprezzato meno, citerei quello di cuoco nel film “All’ultima spiaggia” di Gianluca Ansanelli.

3. Sei sempre critico con te stesso e critico di te stesso in ciò che fai?
Diciamo di no, non sono un grosso critico. Mi sento molto sicuro di ciò che faccio e di ciò che dico.

4. Il tuo percorso di studi com’è stato? Quali erano le tue materie preferite?
Il mio percorso è quello tipico dello scugnizzo napoletano. Mi divertiva tanto prendere in giro i miei amici ed i professori. Le mie materie preferite erano geografia matematica e musica.
5. Hai questo doppio ruolo, nel film “Malanapoli la ventunesima stella”, di produttore ed attore. Come nasce “Malanapoli, la ventunesima stella?
Malanapoli la ventunesima stella nasce per gioco ma pian piano è diventato sempre più importante. Non più un gioco ma un film, la cui produzione è stata interamente gestita da me e mia moglie Valentina Petrillo. Quindi, si può dire, non solo attore protagonista ma anche produttore, e vi assicuro che il doppio ruolo non è stato per nulla facile.

6. Che ruolo interpreti nel film?
Nel film Malanapoli interpreto il ruolo di un killer "ENZO O’ SKIZZ", un uomo che non fa sconti a nessuno.
7. Perché consiglieresti al pubblico di andare al cinema a vedere “Malanapoli, la ventunesima stella?
Malanapoli non è il solito film sulla camorra e la politica, ma anche un film d’amore, viste i numerosi intrecci che vi sono all’interno. È un film che lascia il segno, nel bene e nel male. Alla fine, dopo una serie di vicissitudini, il male viene sconfitto.

8. In futuro hai nuovi progetti?
Si, fortunatamente sono impegnato in diversi progetti. Ultimamente ho collaborato ad un cortometraggio sull’omofobia per la regia di Benito Gaudino Raimo. Inoltre, ho interpretato il ruolo di killer nel film “All’improvviso un uomo" per la regia di Claudio Insegno, con Massimiliano Gallo e Biagio Izzo. E poi, stiamo scrivendo “Atto d’amore”, tratto da una storia vera, ed il sequel di Malanapoli. Infine, prenderò parte al cortometraggio “Gli invisibili”, di Stefano Giordano, che parla dei senza fissa dimora, e chissà magari tanto altro ancora.

di Stefano Telese

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.