Home > Sport > La DHS Napoli C5 saluta la Winter Cup Peugeot a testa alta. Non bastano i (...)

La DHS Napoli C5 saluta la Winter Cup Peugeot a testa alta. Non bastano i gol di Noro e dell’esordiente Abdala: l’Acqua e Sapone vince 4-2. Oranges: “Contento della prestazione

domenica 29 dicembre 2013, di La redazione

La DHS Napoli C5 saluta a testa alta la Winter Cup Peugeot. Nell’ultima giornata della competizione, gli azzurri escono sconfitti per 4-2 dal pala Roma di Montesilvano, contro l’Acqua e Sapone che bissa il successo di nove giorni fa al Centro Fipav di Cercola e chiude in testa la prima fase della competizionne.

Quattro minuti di black out Avvio di partita molto equilibrato, con il Napoli che regge bene l’impatto dei padroni di casa e quando può si fa vedere dalle parti di Mammarella. Al 14’ però il parziale viene sbloccato da Borruto, che porta in vantaggio gli abruzzesi. Gli azzurri accusano il colpo e in poco più di quattro minuti vanificano l’incoraggiante inizio di partita. Al 17’, su azione da palla inattiva, Egea trova il raddoppio, poi al 19’ Cuzzolino sigla il tris su tiro libero. Al suono della sirena il tabellone segna sei falli per gli ospiti, appena uno per i locali, fischiato ad soli 30’’ dal riposo.

Noro e Abdala non bastano Nella ripresa la DHS Napoli prova a scuotersi e rientrare in partita. Il gioco è più fluido e gli abruzzesi mostrano qualche lacuna in fase difensiva. Al 6’ arriva il gol di Noro, che rianima il match. Movimento perfetto del pivot brasiliano che supera Mammarella con un delizioso tocco sotto. 3-1. Due minuti dopo il Napoli rientra definitivamente in partita grazie a Gonzalo Abdala. L’ex Luparense, come già accaduto per Noro ed Evandro, bagna l’esordio in maglia azzurra con un gol: tiro potente di Jader Fornari, Mammarella respinge come può, l’albiceleste è freddo e in tap in realizza il 3-2.

La gara si apre a nuovi scenari: il Napoli ci crede e sfiora più volte la rete del pareggio, l’Acqua e Sapone agisce di rimessa. Proprio su una ripartenza ben orchestrata dai padroni di casa arriva al 15’ il gol di Chaguinha, che con una puntata precisa riporta i locali a distanza di sicurezza. Ivan Oranges prova la mossa del portiere di movimento, il Napoli crea ancora delle buone occasioni ma non riesce a valicare il muro eretto da Mammarella. Alla sirena è 4-2 per i padroni di casa. Il Napoli dice addio alla Winter Cup ma mette nel bagagliaio del viaggio di ritorno ottime indicazione per il prosieguo della stagione, grazie anche alla crescita dei nuovi arrivi, sempre più integrati nel sistema di gioco.

Sala stampa La sconfitta contro l’Acqua e Sapone costa il saluto anticipato alla Winter Cup, ma Ivan Oranges non fa drammi. Anzi. Il tecnico napoletano è soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi ed elogia la crescita del gruppo.

Ecco la sua analisi del match: “Ottime indicazioni, partita combattuta. Siamo stati in gara fino alla fine. Primo tempo giocato su ottimi livelli fino al black out che ha permesso ai nostri avversari di portarsi sul 3-0, anche se la direzione di gara ha inciso sui primi venti minuti di gioco. Sei falli contro uno mi sembrano davvero troppi. Nella ripresa abbiamo ripreso il campo con maggiore intensità, trovando gioco e gol. Siamo stati ad un passo dal completare la rimonta ed anche col portiere di movimento ci siamo resi pericolosi. Peccato per il risultato, ma lasciamo la competizione con qualche certezza in più e la consapevolezza di aver dato tutto, concedendo spazio all’intera roster. Col ritorno di Botta e l’apporto di Lucho Gonzalez, che oggi abbiamo preferito tenere a riposo a causa di un problemino fisico, siamo al completo. Abdala? Ottimo esordio, mi è piaciuto”.

ACQUA&SAPONE EMMEGROSS-DHS NAPOLI 4-2 (3-0 p.t.)
ACQUA&SAPONE EMMEGROSS: Mammarella, Chaguinha, Leitao, Caetano, Murilo Ferreira, Egea, Cuzzolino, Borruto, Di Matteo, Coco Schmitt, Baiocchi, Montefalcone. All. Bellarte

DHS NAPOLI: C. Bertoni, R. Bertoni, Evandro, Bico, Fornari, Galletto, Pipolo, Campano, Milucci, Abdala, Noro, Simeone. All.Oranges

MARCATORI: 14’ p.t. Borruto (A), 16’45’’ Egea (A), 18’37’’ t.l. Cuzzolino (A), 6’ s.t. Noro (N), 8’20’’ Abdala (N), 14’15’’ Chaguinha (A)

AMMONITI: Campano (N), Leitao (A)

ARBITRI: Mario Filippini (Roma 1), Giacomo De Varti (Foggia) CRONO: Marco Messina (Vasto)

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.