Home > Attualità > Comunicati Stampa > La Terra dei Fuochi dal dolore alle proposte dal mito alla verità

La Terra dei Fuochi dal dolore alle proposte dal mito alla verità

sabato 14 dicembre 2013, di Comunicato Stampa


E’ promosso dagli Ecologisti Democratici il tour di esperti che sta toccando la Terra dei Fuochi. Iniziative e proposte per costruire un programma per la salute, <>, così come ha evidenziato Maurizio Conte presidente degli ecodem campani , <>.

<< Il decreto legge sulla Terra dei Fuochi - ha sottolineato Diego Belliazzi consulente del Ministero Dell’Ambiente - rappresenta un atto importante di presenza dello Stato. Il ministro Orlando fin dal suo insediamento ha assunto l’ impegno di un" attenzione costante e di provvedimenti incisivi su questa area del Paese, anche attraverso il confronto con le esperienze di cittadinanza attiva e con le alte competenze scientifiche che la Campania esprime. Anche sul decreto, prima della conversione definitiva in legge, ci sarà un confronto di merito per migliorarlo>>.

Diversi gli interventi di professori ed esperti che hanno illustrato ai presenti gli studi che si stanno compiendo. <

Studi-pilota sono in corso da parte del mio Gruppo di Ricerca su aree specifiche, con elevato tasso di inquinamento (bacino del fiume Sarno, aree di Acerra e di Castelvolturno) per cercare di dimostrare, attraverso le summenzionate indagini isotopiche il nesso diretto che potrebbe esistere fra presenza di inquinanti nelle matrici ambientali, colture agricole ed esseri umani. I risultati preliminari delle indagini nel bacino del fiume Sarno forniscono risultati assolutamente promettenti per quanto riguarda la tracciabilità degli inquinanti nelle colture agricole e nei capelli di popolazione residente>>.

Attenta la sala alle osservazioni del dottor Luigi Montano <>. <<Riporterò – ha concluso Diego Belliazzi - il valore delle esperienze rappresentate.

L'atlante geochimico ambientale della Regione Campania presentato dal professor De Vivo con la precisa mappatura dei suoli, il lavoro del professor Fagnano con il progetto Life ecoremed con il quale si sta intervenendo con ottimi risultati sul litorale domizio, le considerazioni del professor La Fratta sulla qualità delle acque, il progetto di analisi del DNA spermatozoario illustrato dal dottor Montano: tutto questo rappresenta un esempio di un patrimonio scientifico, di ricerca applicata, da sostenere e incoraggiare. Nessun timore: partecipazione, controllo sociale degli interventi, qualità efficienza e efficacia nell’uso delle risorse>>.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.