Home > Attualità > La città saluta per l’ultima volta il suo sindaco (fotogallery)

La città saluta per l’ultima volta il suo sindaco (fotogallery)

lunedì 3 febbraio 2014, di Gabriella Bellini

Pioveva quando è stata aperta la camera ardente, pioveva durante la funzione con una chiesa gremita, ha smesso soltanto quando il feretro del sindaco Raffaele Allocca (ma conosciuto da tutti come Ferdinando) è uscito da Santa Maria del Pozzo per percorrere accompagnato da familiari, politici e cittadini il corteo per le strade di Somma Vesuviana fino al cimitero. Era stato il suo ultimo desiderio e il cielo clemente ha permesso che si esaudisse. In tanti oggi a dare l’ultimo saluto al primo cittadino, morto dopo una breve, ma terribile malattia contro la quale aveva lottato. In chiesa, tanti sommesi, e poi le amministrazioni di Ottaviano, Pollena Trocchia, Pomigliano, Casalnuovo, Terzigno, Brusciano, San Vitaliano, Marigliano, Castello di Cisterna, Mariglianella. I consiglieri regionali Massimo Ianniciello, Paola Raia e Carmine Mocerino, il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano. E poi le autorità militari, il comandante del Gruppo di Castello di Cisterna, il colonnello Luca Corbellotti, il comandante della Compagnia il maggiore Michele D’Agosto, il comandante della Stazione di Somma Raimondo Semprevivo, il comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Casalnuovo, il capitano Giuseppe Di Stasio. Sull’altare tutti i parroci di Somma Vesuviana e don Tonino Palmese di Libera, ad officiare padre Luigi Mucerino del consiglio pastorale della diocesi. “Sappiamo che Ferdinando era da tempo ammalato”, ha detto, “e siccome era passato il tempo abbiamo avuto l’illusione che si poteva riscattare da questa malattia. Non tutti moriamo allo stesso modo, sembra quasi che la morte provi maggiore soddisfazione quando fa piangere moltissime persone come sta accadendo oggi in questa chiesa. Sono in tanti a salutare Ferdinando perché gli hanno saputo riconoscere i suoi meriti. Non era primo cittadino perché indossava la fascia tricolore, o perché vi sono dei documenti protocollati che portavano la sua firma, o in maniera scenografica perché nei saloni prendeva il primo posto, ma per coerenza, per costanza. E’ stato un primo cittadino che aveva una coscienza fervida del bene sociale. Per il nostro fratello vogliamo pregare affinché nella Patria celeste voglia il signore accoglierlo come cittadino fra i giusti”. A prendere la parola poi il vicesindaco Salvatore Di Sarno visibilmente emozionato. “Prima di venire qui ho voluto leggere alcuni messaggi che cittadini hanno voluto scrivere al nostro sindaco e da questi ho preso spunto per salutarlo”, ha affermato dal pulpito, “addio re Ferdinando il tuo ricordo vivrà per sempre. In tanti nella nostra città mai dimenticheranno l’uomo, l’amico, il medico, il politico. Divergenze, opinioni diverse, scelte diverse fanno parte del gioco della vita però penso sia il comune pensiero di tutti i presenti e non hanno mai compromesso il rispetto e la stima per l’uomo che sei stato. Un uomo saggio, eclettico, poliedrico, e carismatico, Re sempre accanto le persone bisognose nei suoi pregi (tanti) e nei suoi difetti( pochi) chi poi non ne ha? Il nostro sindaco è stato il punto di riferimento politico si tanti giovani sommesi. Uomo deciso e testardo come del resto sono i veri leader, però sempre gentile e rispettoso della persona che aveva di fronte. Mi piace pensare di lui come un esponente di una politica sana che oggi, forse, non esiste più perché offuscata o ridimensionata degli scontri personalistici. La tua comunità gli amici i sindaci che oggi sono qui a tuo cospetto vogliono ricordarti così come una tua frase: Vi voglio bene, e’ stato un grande onore lavorare con te”. E infine una lettera dei giovani della città di Somma Vesuviana: “All’amico dei giovani, amico di tutti, colui che con la sua grinta del leone ha lottato per la sua città, a lui che porteremo nel nostro cuore, diciamo stai con noi nel bene e nel male stai con noi dall’alto dei Cieli, ti vogliamo bene”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.