Home > Politica > Liceo Calamandrei, avviati i lavori finanziati dal Comune. Nuove aule per (...)

Liceo Calamandrei, avviati i lavori finanziati dal Comune. Nuove aule per gli studenti della succursale di Volla.

lunedì 29 luglio 2013, di Patrizia Panico

VOLLA. Trasferta finita per gli studenti della succursale vollese del liceo Calamandrei, trasferiti dall’ottobre scorso alla centrale di Ponticelli per carenza di aule: a settembre si ritorna in sede.

Terminate le attività didattiche, sono partiti in questi giorni i lavori di ristrutturazione delle aule all’interno dell’Istituto comprensivo De Sica (a pochi metri dalla succursale Calamandrei, di Via Filichito), da destinare agli studenti della sede distaccata del liceo.

In tal modo si potranno garantire le nuove iscrizioni per il prossimo anno scolastico e gli studenti attualmente iscritti potranno completare l’intero corso di studi, con dieci classi, senza dover ricorrere ai doppi turni o, com’è accaduto lo scorso settembre per gli studenti delle classi IV e V, ai trasferimenti presso la sede centrale.

Alla sede distaccata di via Filichito, di fatto, mancano gli spazi necessari agli studenti sia per svolgere le regolari lezioni sia per le attività informatiche e di laboratorio a causa del numero di iscrizioni in crescita anno dopo anno.

Nell’attesa di tempi economici migliori da parte della Provincia di Napoli è stata l’amministrazione comunale, guidata da Angelo Guadagno, a farsi carico dei lavori di ristrutturazione della scuola (apponendo 36mila euro sul bilancio comunale) per garantire aule e spazi necessari.

I lavori per le nuove aule sono stati individuati (e avviati), all’interno di una struttura indipendente del vicino Istituto De Sica, con ingresso separato, originariamente destinata per l’archivio comunale. “Preso atto che la Provincia non poteva più effettuare i lavori poiché la loro ditta di manutenzione (Asub) era sull’orlo del fallimento - spiega l’assessore alla Pubblica istruzione, Simona Mauriello - abbiamo ritenuto opportuno evitare ulteriori disagi ai nostri studenti che già per un intero anno si sono recati alla sede centrale di Ponticelli, e si è chiesto un piccolo sacrificio ai nostri concittadini al fine di garantire il diritto allo studio”.

A seguito dei tagli effettuati dalla Provincia anche il Progetto del nuovo liceo era stato accantonato ma giungono buone nuove dall’ultimo incontro avvenuto nella sede di Piazza Matteotti: “Mi hanno assicurato che il finanziamento per il nuovo liceo di un milione e 200mila euro sarebbe stato reinserito nel bilancio 2013 della Provincia”, ha concluso Mauriello.

di Patrizia Panico de Il Mattino

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.