Home > Politica > Marigliano. Il Pd: "Attueremo una politica di cambiamento"

Marigliano. Il Pd: "Attueremo una politica di cambiamento"

giovedì 20 febbraio 2014, di Deborah Daniele

MARIGLIANO. Forte consenso e partecipazione ha riscosso la riunione del partito democratico che si è svolta sabato 15 febbraio a Marigliano. Numerosi i cittadini che si sono recati nella sala San Sebastiano di via Collegiata per conoscere ed ascoltare il pensiero politico del PD che ha esposto le linee guida del suo programma elettorale con passione, sincerità e voglia di riscatto per un comune che merita di essere guidato da chi ambisce al benessere collettivo.

Ha aperto l’incontro Gaetano Bocchino - segretario cittadino – che col suo discorso, durato circa mezz’ ora, ha monopolizzato l’attenzione di tutti coloro che erano lì seduti in sala consapevoli che un cambiamento è fondamentale per migliorare la nostra condizione. Gaetano Bocchino ha avvertito il clima di fiducia e di speranza nei mariglianesi ed ha dichiarato di essere consapevole della responsabilità di cui si fa carico il partito: “ siamo sempre molto attenti a ciò che facciamo, siamo parte di una competizione elettorale che decreterà chi gestirà nei prossimi anni la vita politica, governativa e le risorse economiche ma abbiamo ben chiare le idee ”.

Coscienti delle difficoltà che dovranno affrontare si sentono pronti, non per arroganza, ma per una reale percezione delle proprie possibilità: “ ci siamo sempre posti in maniera costruttiva con costanza e coerenza considerando le priorità dei cittadini”. Il segretario cittadino ha ricordato con soddisfazione il percorso del proprio partito e tutte le vittorie conquistate: “ quando abbiamo cominciato, i nemici del cambiamento, ci dicevano che non sarebbe mai mutato nulla ed invece alle primarie abbiamo portato un candidato del nolano” - sorridendo all’onorevole Massimiliano Manfredi presente in sala - “ ci dicevano inoltre che nessuno si sarebbe avvicinato al nostro partito ed invece abbiamo avuto molti più iscritti rispetto al passato” e con forte convinzione ha affermato: “ oggi sostengono che non ce la faremo ma io credo che, ragionando col cuore e con intelligenza, vinceremo le prossime elezioni amministrative e daremo una svolta alla politica di questo comune”.

Il PD è a favore di una politica a sostegno delle fasce più deboli, problematica purtroppo da tempo accantonata anche per mancanza di risorse: “ vogliamo cambiare questa realtà e risollevare le situazioni disagiate proprio come hanno fatto altri comuni campani” un impegno ancora più difficile visto che Marigliano non è più capofila “ il nostro ambito è stato ridisegnato ed essere capofila è fondamentale se hai a cuore queste tematiche perché hai la possibilità di determinare le scelte con maggior forza”. Si è discusso anche di piano urbanistico “non siamo stati in grado di dare un minimo di legalità urbanistica al comune” e - nell’ ipotesi di vittoria alle amministrative - combatteranno contro ogni speculazione: “ vogliamo garantire strutture adeguate costruite con tecniche innovative, vogliamo un piano urbanistico consono ad una logica che mira allo sviluppo del territorio e non agli interessi del singolo” .

Si è parlato anche della questione inerente al polo florovivaistico che sarebbe stato, senza ombra di dubbio, fulcro di attrazione per tutto il mezzogiorno ma purtroppo non ha visto attuazione: “non permettiamo che la nostra regione sia cancellata dai piani di sviluppo” - avevano più volte detto gli esponenti del PD alla regione - “ se il polo vivaistico non può essere attuato troviamo un’alternativa ma sono stati sordi innanzi al nostro appello e oggi, di tutti i progetti inerenti allo sviluppo, non c’è nessuno che interessa la nostra area ”.

Il partito democratico dice sì ad un piano regolatore che tuteli i commercianti locali e sì alla salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio.

A favore di una politica fatta di trasparenza senza lasciare punti interrogativi ai cittadini: “non è ancora chiara la situazione che interessa la scuola di Miuli o la questione inerente al campo sportivo” - commentano.

Significativamente rilevante è stato l’intervento di Mimmo Napolitano: “mi piacerebbe che Marigliano tornasse ai tempi d’oro della politica quando mio padre era sindaco ”. Ebbene sì - Marigliano - per più di un decennio in passato è stato considerato un modello di vita grazie a Gaetano Napolitano (dal ’69 in poi sindaco per parecchi anni) un uomo che ha saputo portare il nostro comune al massimo splendore. Il PD si è augurato di poter eguagliare quel periodo portando avanti una mentalità basata su valori essenziali e mirando a garantire l’interesse della collettività.

Il vice segretario provinciale del partito Livio Falcone è apparso molto fiducioso del possibile risultato alle elezioni: “ visto il clima che si respira stasera, credo che il partito democratico non avrà difficoltà a vincere le prossime elezioni amministrative proprio perché il suo metodo non può non essere sostenuto”.

Ha chiuso la serata proprio Manfredi: “ bisogna guardare l’interesse collettivo perché è questo che fa un buon partito che ha a cuore il bene dei propri cittadini, miriamo al cambiamento ridando valori alla politica e cercando di migliorare le condizioni di vita e portare Marigliano allo splendore”. E l’onorevole Manfredi - che non fa mai mancare il suo interesse ed impegno per il nostro territorio - sta ampiamente dimostrando, coi fatti, ciò che afferma.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.