Home > Politica > Massa. Dal parcheggio alla cittadella scolastica: il Comune riqualifica il (...)

Massa. Dal parcheggio alla cittadella scolastica: il Comune riqualifica il territorio

mercoledì 13 novembre 2013, di Patrizia Panico

MASSA DI SOMMA. Dal parcheggio alla cittadella scolastica, il più piccolo Comune del Parco nazionale del Vesuvio si rinnova. Un restyling che prenderà il via con l’apertura del parcheggio in via Ascoli, a due passi dal centro. Pronto il taglio del nastro dell’area che, disposta su due livelli, avrà anche una piazzetta verde. Un’opera attesa da anni dai cittadini, la prima interamente pagata da loro: 850mila euro di fondi comunali.

“Una piccola meraviglia viene finalmente offerta ai nostri cittadini - dice il sindaco Antonio Zeno - che è proseguita con la riqualificazione della stessa strada con basolato lavico e impianto di illuminazione artistico, una passerella che mette in piena sicurezza un tratto di strada da sempre pericoloso (stretto e privo di marciapiedi) fino a oggi grazie all’impegno dell’assessore Agostino Nocerino”. Prosegue il risanamento del territorio.

Entro due mesi ci sarà l’apertura del nuovo tratto che collega via Orefice con via del Verde (separati da uno strapiombo) e subito dopo la nuova isola ecologica.
Entro fine anno l’amministrazione intende approvare il progetto definitivo della cittadella scolastica: in un’unica area saranno concentrate tutte le scuole del Comune.

Opere pubbliche, servizi sociali funzionanti e cura per l’ambiente: “Oggi anche un bilancio risanato grazie alle alienazioni di beni comunali portata avanti dall’assessore Gioacchino Madonna.

Viviamo in un paese che migliora solo grazie al nostro impegno - dice il sindaco - se avessimo dalla nostra parte anche la Regione riusciremmo a offrire al territorio anche migliorie economiche.

Abbiamo un Puc bloccato da due anni e i condoni del 1985 e 1994 che a causa del disinteresse dei consiglieri regionali di ogni Partito - spiega Zeno - anche il mio (Pd), non possono essere valutati poiché la Regione è manchevole di norme chiare che permettano ai nostri cittadini di usufruire di un diritto che hanno avuto tutti gli italiani, sanare ciò che una legge del Governo ha previsto”.

di Patrizia Panico de Il Mattino area sud - costiera

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.