Home > Cronaca > Massa. Differenziata, multata la ditta che gestisce il cimitero consortile. (...)

Massa. Differenziata, multata la ditta che gestisce il cimitero consortile. Task-force dei vigili.

venerdì 27 settembre 2013, di Patrizia Panico

MASSA DI SOMMA. Task force contro il sacchetto selvaggio e la raccolta differenziata non rispettata sia negli orari di deposito, sia nella mancata separazione dei rifiuti. Nel mirino dei vigili urbani, al comando di Giuseppe Romano, è così finita, tra gli altri, anche la ditta che detiene la gestione dei servizi cimiteriali della struttura consortile (che include i Comuni di Cercola, Massa di Somma e San Sebastiano al Vesuvio).

Gli operai della ditta cimiteriale, tra l’altro già penalizzati dai mancati pagamenti delle ultime tre mensilità, si sono visti recapitare dai caschi bianchi una multa di 100 euro, per non aver eseguito una corretta separazione dei rifiuti prodotti all’interno del cimitero.

Nei cassonetti depositati all’esterno della struttura, di fatto, erano bene visibili i rifiuti accatastati tutti insieme: plastica, fiori, bottiglie e lumini. Gli operai della Gpn (ditta che gestisce il servizio di raccolta), non hanno potuto prelevare i cassonetti e hanno avvisato i vigili che, intervenuti, hanno multato la ditta. Nelle ultime settimane diversi sono stati i verbali elevati nei confronti dei cittadini incuranti dell’ambiente e delle norme.

In un altro episodio, sempre grazie al supporto degli operai della raccolta rifiuti, i vigili hanno multato il proprietario di una rosticceria del vicino Comune di Pollena Trocchia. In questo caso, si è potuti risalire al responsabile esplorando il contenuto delle buste abbandonate fuori orario sul marciapiedi.

Del contenuto di carta e plastica indicato sulle buste, al suo interno non compariva quasi nulla ma ad inchiodare il proprietario alcuni oggetti e scontrini. In questo caso la multa è stata di 50 euro: una lezione recepita dal “colpevole” che qualche giorno dopo si è recato al comando della municipale per pagare l’ammenda. Tornando, infine, ai lavoratori del cimitero resta ora da chiedersi chi pagherà la multa. E se l’azienda dice “Chi sbaglia paga”, i lavoratori replicano: “Pagateci e sarete serviti”.

di Patrizia Panico de Il Mattino area sud - costiera

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.