Home > Attualità > Meritocrazia: Quando c’è stoffa si sente tra le mani

Meritocrazia: Quando c’è stoffa si sente tra le mani

Ti pare che ad una come Santanchè così bella, labbra rifatte, sempre con la borsetta e il suo fard possa qualcuno dire, che ne so, ma questa è deficiente?

domenica 22 settembre 2013

Non c’è che dire, si sa, se conosci bene le differenze dei tessuti al tatto non ti fai certo imbrogliare al mercato quando ti vendono viscosa al posto della seta, sembra un preambolo lungo per dire qualcosa di umano invece, l’uomo, sapresti riconoscere un uomo buono da uno cattivo?

Sapresti riconoscere uno che vale da uno che vale poco, si proprio come un peso, come una misura.

L’uomo oggi appare a fatica tra i suoi numerosi vestiti messi, fatti mettere, cuciti apposta per lui pur di dare la sua immagine che vuole. E l’immagine pare che oggi conti davvero tanto, così tanto che se sei capace di non uscire mai dai tuoi abiti pomposi, il gioco è fatto, diventi una star di bellezza.

La bellezza, si dice bellezza oggi la moda di essere bello e di successo, curato nell’aspetto, e con l’aiuto della chirurgia plastica potresti anche diventare un giorno, che ne so, magari il presidente del consiglio.
Basta iniziare da poco, circondarti delle persone giuste e intanto tu appari sempre con il tuo gruppo di amici in abiti sempre alla moda.

Ti pare che ad una come Santanchè così bella, labbra rifatte, sempre con la borsetta e il suo fard possa qualcuno dire, che ne so, ma questa è deficiente? No, perchè dall’altra parte c’è sempre una donna del Pd che solo se la senti parlare ti affascina per la sua diplomazia, cautela nel rispondere, risposte centrate, sensate con tanto di preparazione politica ma che nessuno la ascolta e tutto questo perchè?

Perchè manca la passione per le urla a quanto pare, fare la vamp serve anche a dire stupidaggini, a mostrasi in piazza e sparare a zero su tutti, basta che si parli con pietas per la gente, voi non avete capito che il segreto è proprio questo, amore incondizionato per il popolo, un popolo che va compreso, appoggiato, preso in giro a dovere, grazie agli esperti della comunicazione di cui mediaset è piena, si lavora in questo modo, e si continuerà a lavorare in questo modo offuscando le verità, preparando torte, mantenendo l’attenzione su matrimoni e figli di veline, cantanti nati dalle aziende di Berlusconi.

Tutto pur di non fare una vera politica colta, perchè chi ha stoffa veramente oggi non conta, certo può essere utilizzato per un pò, in modo strumentale, mi servi per ora, poi, il resto è tutto nelle mani della nuova bellezza, dalle segretarie dei direttori, dalle dirigenti di aziende, dalle politiche assistenziali a quelle governative, dunque se sei una donna o un giovane e hai stoffa, fammi un piacere e che sia un dovere, non farti mai comprare da nessuno.

Teresa Petrarca, d.ssa in Psichiatria

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.