Home > Musica > “Musicanto”, l’ensamble a Villa Bruno a San Giorgio a Cremano

“Musicanto”, l’ensamble a Villa Bruno a San Giorgio a Cremano

L’ensamble vocale del Teatro San Carlo in scena nella Fonderia Righetti di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano.

mercoledì 8 gennaio 2014

Grande successo per la prima edizione di “Napoli:artigianato,arte, cultura ed….. innovazione” che ha visto, nel giorno dell’Epifania, nella suggestiva cornice della Fonderia Righetti di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano l’esibizione dell’ensemble vocale “Musincanto” del teatro di San Carlo di Napoli.

Accompagnati dal piano, clavicembalo e viola da gamba, l’ensemble “Musincanto”, costituita da 16 straordinari interpreti e diretta dal maestro Giancarlo Amorelli, ha cantato presentando un ricco programma, sacro e profano, tratto dall’immenso patrimonio musicale partenopeo.

E’ la prima volta in assoluto che l’ensamble si è esibita al di fuori del Massimo partenopeo. Ideatori ed organizzatori dell’evento Libera D’Angelo e Francesco Menna dell’associazione il Circolo Massimo in collaborazione con la Confartigianato Napoli.

Il progetto, sostenuto dalla Camera di commercio di Napoli, si inserisce nell’ambito di un’ampia strategia di valorizzazione del tessuto imprenditoriale,dell’arte e della cultura del territorio partenopeo che vedrà in futuro la programmazione di concerti di musica classica nelle chiese e nei palazzi storici napoletani.

“Stiamo programmando un ciclo di concerti nelle chiese e palazzi napoletani alla riscoperta di tanti meravigliosi temi musicali a partire dal ‘500 in poi. – sottolinea FRANCESCO MENNA, vicepresidente dell’associazione Circolo Massimo - Nessun’altra città al mondo può vantare una simile tradizione musicale che parte da lontano per arrivare ancora intatta fino ai giorni nostri pur in forme ed espressioni in sintonia con i tempi. Nessuna città – continua Menna - ha un repertorio così variegato e composito tanto che ciascuna chiesa commissionava al compositore di turno pezzi propri da eseguire in occasione delle ricorrenze e festività. Tale ricchezza non può rimanere confinata a pochi appassionati ma deve diventare un altro dei punti di forza per il rilancio culturale ed economico del nostro territorio.”

Un progetto che non si limiterà solo a concerti itineranti nelle chiese e nei palazzi d’epoca.
“ Il successo di Musicanto fa allungare i nostri orizzonti – afferma LIBERA D’ANGELO, organizzatrice dell’evento – tra i nostri obbiettivi ci sarà anche quello di portare lo straordinario fascino della musica classica nelle scuole per far conoscere

“ La ferma convinzione - afferma Enrico INFERRERA, presidente di Confartigianato - è quella che il vero sviluppo trova senso e valore in tutte le espressioni della cultura di un popolo, all’interno delle quali la nostra grande musica rappresenta un “unicum” da cui tutto il mondo, a piene mani, ha attinto e continua, tutt’oggi, ad attingere.”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.