Home > Attualità > Napoli. Dieta mediterranea, qualità e controlli

Napoli. Dieta mediterranea, qualità e controlli

Sabato convegno alla stazione marittima di Napoli.

lunedì 9 dicembre 2013

La dieta mediterranea e le produzioni di eccellenza della Regione Campania al tempo della Terra dei Fuochi. Le frodi alimentari che mettono a repentaglio l’economia della regione. Queste le tematiche alla base dell’incontro ospitato sabato alle ore 11 dalla sala Abside della Galleria del Mare nella Stazione Marittima di Napoli.

L’evento rappresenta il piatto forte della tarda mattinata del 14 dicembre ed è incastonato nel bel mezzo della kermesse FOOD IN CAMPANIA, in programma nella stessa sede dal 13 al 15 dicembre. Con l’aiuto di grandi esperti del settore si cercherà di fare chiarezza sui numerosi attacchi subiti quotidianamente dalle eccellenze della Campania. Fra i prodotti più imitati c’è sicuramente la Mozzarella di Bufala Campana Dop ed il Provolone del Monaco Dop, ma anche mille altri.

Ad aprire l’incontro ci sarà Vito Amendolara, presidente dell’osservatorio sulla Dieta Mediterranea, pronto a sottolineare le linee guida di quella che dal 2010 è inclusa nel patrimonio dell’Unesco.

Le innovazioni dei prodotti tradizionali che attraverso la loro tipicità raccontano il territorio saranno al centro delle considerazioni del professore Vincenzo Peretti del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università Federico II. Le tematiche relative all’attività del Corpo Forestale dello Stato saranno approfondite dall’intervento del dottor Vincenzo Stabile mentre la voce di Coldiretti sarà portata da Prisco Sorbo.

Tenere alta la guardia sui prodotti da consumare e la garanzia delle procedure di lavorazione da anni è compito delle denominazioni di origine. L’intervento della dottoressa Laura Marisa La Torre del Ministero delle politiche agricole e forestali sarà proprio improntato sull’attività di controllo svolta ogni anno per garantire che dietro i marchi Dop, Igp ed Stg ci siano eccellenze realizzate secondo i disciplinari che regolamentano la produzione. Un evento per tenere la guardia alta contro le frodi alimentari e per sottolineare con forza che dietro un prodotto con “la carta di identità” c’è tutta la sicurezza della quale ha bisogno un consumatore.

Roberto Esse

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.