Home > Appuntamenti > Napoli. Inaugurata al "Pan" la IV edizione di "Rock!", mostra (...)

Napoli. Inaugurata al "Pan" la IV edizione di "Rock!", mostra internazionale sul rock e i suoi linguaggi. Fino al 6 aprile

mercoledì 26 febbraio 2014, di Tiziana Cennamo e Maddalena Nardaggio

NAPOLI. One, two, three, four... si parte con la musica dei FLAGSHIP - gruppo rock ufficiale della NATO - che ha dato il via, sabato scorso, alla quarta edizione della mostra internazionale ROCK! ideata e organizzata da Carmine Aymone e Michelangelo Iossa, presso il Palazzo delle Arti di Napoli, un evento, ad ingresso gratuito, che ci farà immergere nel mondo del rock dalla sua nascita ad oggi.

Da allora sono passati circa 60 anni, infatti era il 1954, quando un giovane dalle lunghe basette e il ciuffo ribelle chiese al produttore del piccolo studio Sun Records di Memphis, di poter incidere un disco da regalare alla mamma per il suo compleanno. Il giovane era Elvis Presley e il produttore Sam Phillips che aveva affermato qualche tempo prima: "Datemi un bianco che canti da nero e io ci faccio su un milione di dollari. Nello stesso anno Bill Haley insieme alla sua band The Comets incise “Rock around the clock” portata al successo nel 1955 con il film Blackboard Jungle, dove la cosìddetta gioventù bruciata si scatenava ballando questo tipo di musica. Ma quello era solo l’inizio.

L’evento ROCK! di quest’anno prova a raccontare sessant’anni di musica e lo farà attraverso appuntamenti tematici, incontri, premiazioni ed esibizioni live in programma. Dodici le aree tematiche con tantissimi oggetti esposti da vedere per ripercorrere indimenticabili tappe della storia: si ammireranno non solo fotografie, strumenti musicali, audiovisivi, vinili e manifesti d’epoca ma sopratutto sarà da non perdere una "rarità": il biglietto dell’ultimo concerto di Elvis programmato per il 28-9-1977 e mai tenutosi a causa della sua scomparsa.

E ancora: la sezione documenti sonori, quella "Rock Fantasy" (dedicata ai rapporti tra rock, fumetti e cartoons), quella "Rock Legend" dedicata a Lou Reed, ed ancora "USA Rocks" un interessante escursus lungo un sessantennio sulla storia musicale degli "States", continueranno a stupirvi.

Nelle sale sarà possibile vedere opere di artisti palesemente ispirate dal rock come quelle del maestro Lello Esposito o di artisti come Lino Vairetti, frontman dello storico gruppo degli Osanna premiato con il Rock Legend.

Alla Conferenza di apertura della mostra erano presenti l’Assessore alla cultura di Napoli, Nino Daniele, il console generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, Colombia A. Barrosse e il direttore della British Council , Mr. Simon Creasey. Oltre ai loro interventi va segnalato quello dell’attore Lello Arena ivi presente perché la kermesse ha dedicato una sala espositiva a Massimo Troisi, per ricordarlo nel ventennale della sua scomparsa, esponendo oggetti di scena, locandine dei film, fotografie, e tanto altro ancora.

A concludere la conferenza, ancora musica live con i Twin Dragons (Nathaniel Peterson – Nazzareno Zacconi) che ci hanno lasciato sulle note della splendida "Stand by me". Tra i presenti della giornata in visita alla mostra, anche il Sindaco De Magistris che ha raggiunto il Palazzo delle Arti in tarda mattinata.

Un’ appuntamento da segnare in agenda è per sabato 15 Marzo dove sono attesi al PAN per ricevere il premio "ROCK! LEGEND", Fish (frontman e leader dei Marillion) con Mark Wilkinson, creatore delle copertine degli album e cd-box dei Marillion, Bon Jovi, Ioron Maiden, The Darkness e Judas Priest in esposizione per tutto il periodo della mostra.

Ma fitto è il calendario fino al 6 Aprile e per ulteriori informazioni sugli orari, appuntamenti o altro ancora è possibile visitare la Pagina Facebook:

https://www.facebook.com/MostraRockNapoli

oppure sfogliare il catalogo on-line:

http://issuu.com/tuttuu/docs/rock_4_def_web

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.