Home > Appuntamenti > Napoli. “Progetto Campo” si avvia alla conclusione

Napoli. “Progetto Campo” si avvia alla conclusione

sabato 2 novembre 2013, di Roberto Nicorelli

Il 5 e 6 novembre, si terrà presso l’aula Magna della Facoltà di Biotecnologie di Napoli il convegno finale dell’edizione 2013 di “Progetto Campo”, dal titolo “Efficacia ed efficienza nei servizi per le dipendenze. Dal Piano Sanitario Regionale agli Atti Aziendali” realizzato in collaborazione tra Regione Campania e l’ Università degli Studi di Napoli Federico II - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Dipartimento di Scienze Mediche Preventive e rivolto agli operatori impegnati nel contrasto alle dipendenze patologiche.
Il progetto, giunto alla sua terza edizione, quest’anno è stato strutturato in due sezioni. La prima ha visto la attivazione di seminari itineranti in ogni ASL della Campania, alla quale hanno partecipato operatori dei servizi pubblici e del Terzo Settore per un totale di oltre 300 partecipanti; la seconda sezione del progetto formativo, invece, si concretizzerà attraverso la realizzazione del convegno finale del 5 e 6 novembre. Una due giorni di studio, che avrà per titolo: “La formazione degli operatori delle dipendenze. tra saper fare e saper essere: Progetto Campo”, e che vuole offrire una sintesi, formativa e scientifica, di tutto il percorso di ricerca e approfondimento elaborato nei seminari itineranti coniugato con esposizioni scientifiche sulle più recenti acquisizioni in tema di tossicodipendenza.
“I temi affrontati sono stati quelli della valutazione, intesa come opportunità dalla quale partire, per cambiare e migliorare i livelli di organizzazione, le procedure e i risultati. In particolare, al centro delle due giornate ci sono stati il lavoro di equipe, la facilitazione nel processo della comunicazione tra gli operatori e la modalità di approccio con nuovi e vecchi utenti” cosi si esprimono i direttori scientifici Maria Triassi e Rosanna Romano.
La due giorni è stata preceduta nelle 7 ASL campane in cui è stato riservato, un modulo speciale agli operatori del Terzo Settore. Sono stati affrontati i nuovi bisogni dell’utenza e i nuovi assetti organizzativi, alla luce anche del mutato quadro normativo a livello nazionale e regionale.
Ancora i direttori scientifici: “La formazione è stata svolta sul campo, presso una sala messa a disposizione dall’ASL. Tale scelta logistica si sposava con l’idea di facilitare la partecipazione agli operatori del territorio e svolgere degli incontri vicini ai bisogni formativi, in un’ottica di formazione, che nasce dal basso e che soprattutto ha tenuto conto delle esigenze di supporto degli operatori e delle dinamiche interne ed esterne al gruppo di lavoro, che influenzano il ritmo lavorativo e la tensione al risultato”.
Il seminario concluso vuole rappresentare la sintesi di tutto il lavoro svolto durante l’intero percorso formativo, che ha visto la partecipazione di circa 300 partecipanti. Possono partecipare, previa iscrizione, tutti quegli operatori (delle comunità terapeutiche, della scuola, degli enti locali, delle associazioni e del volontariato) che operano, a vario titolo, nel campo delle dipendenze patologiche.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.