Home > Attualità > Napoli. R i-evoluzione del corno scaramantico in mostra da Les Etoiles il (...)

Napoli. R i-evoluzione del corno scaramantico in mostra da Les Etoiles il 3 Dicembre 2013

domenica 17 novembre 2013

Nasce tutto intorno alla ri-evoluzione del corno (simbolo scaramantico) mediante l’utilizzo di un materiale innovativo "LIGNEALUCE" ideato e brevettato dall’Arch. Guido la Puca. Tale manufatto è costituito da parti lignee e parti traslucenti per formare una materia unica, lavorabile e modellabile in maniera omogenea.

Gli oggetti ottenuti, sostanzialmente per asportazione o scavo, seguono delle pure intuizioni formali e si articolano in acrobatiche evoluzioni sia di aggregazioni di materie che di articolazione della forma.
Tutti i modelli realizzati ed esposti alla mostra di Les Etoiles sono prototipi unici, tra questi ci sono lavori realizzati con il legno "pau ferro", i semi alimentari, i multilaminari di legno colorato della linea Rosso-Diesis.
Napoli patrocina ancora una volta lo sviluppo di idee innovative
che, come in questo caso, investono i segni storici della cultura popolare.

Sempre intorno al tema del corno scaramantico, circa due anni fa, nasce l’idea di coinvolgere altri artisti a collaborare alla realizzazione di nuove opere.
Nei lavori prodotti, doppiamente unici, sia la materia che la forma viene reinventata e motivata.... così siamo partiti per questa avventura....

il primo lavoro a quattromani ( 2011 )

- con l’attore Francesco Paolantoni e Guido La Puca nasce il "corno 33" dove una grande varietà di legni, da quelli nobili a quelli poveri, partecipa a formare insieme alle trasparenze alla costruzione di un supercorno di circa 25/30 cm che viene associato concettualmente al significato della "livella" di Totò ...... non esiste differenza di rango o classe..... tutti fanno parte di un solo evento.....

- un anno dopo è la volta di Isa Danieli e Guido La Puca.
Isa si ispira a scene marine, profumi del mare e scogliere....
nasce "scaram’mare" il corno che riesce a condensare tutto questo in un’unica materia con trasparenze eccellenti ricche di vibrazioni e variegature...

- Oggi vengono presentati contemporaneamente due nuovi lavori, che vedono Guido La Puca cimentarsi in forme notevolmente ardite ed inedite.

Con Peppino Di Capri titolo: "Champagne" ... fortemente simbolico voluto per celebrare la canzone di maggior successo dell’artista Caprese.... resine colorate che riproducono esattamente una bottiglia di Champagne che si trasforma in "Corno", sono nitidamente presenti tutti i componenti
compreso il tipico ed affascinante perlage.

Con Patrizio Rispo titolo " Fuocorno " per il quale l’attore Partenopeo trama la storia di un bambino intrecciando valori energetici tra favola e realtà per poi celebrare la spontaneità nelle relazioni formali. ......variazioni cromatiche di rosso fuoco-carminio magicamente diretti per
un’opera straordinariamente stimolante.

L’esposizione di ROSSO DIESIS negli spazi di Les Etoiles è arricchita dalla presenza di tutte le tipologie di lavori ( pezzi unici ) elaborati in questi ultimi 5 anni.
Si potranno ammirare le tipologie di corni realizzati con i semi alimentari XYZ ( elaborati insieme a Pasquale Russo ) ed in particolare le opere fatte con i chicchi di caffè sostenute dall’azienda KIMBO leader nella produzione
di miscele di caffè di alta qualità. Contemporaneamente la presenza della azienda "la Mondina" (RISO BUONO) con la quale stiamo sviluppando una nuova ricerca applicativa per tutte le qualità di riso in produzione.

Rosso Diesis presenta alcuni dei prototipi di supercorni con i legni multilaminari colorati e resine trasparenti anche quelli della serie "Baciati dalla fortuna" caratterizzati nel contrasto tra il pungente puntale ed una bocca femminile tinta di un irresistibile rosso "desiderio".

Le opere combinate con il "Pau Ferro" vedono il corno rivestito di classicità ma con fatture stravaganti.... perchè ogni lavoro segue il suo corso imprevedibile e ad ogni tempo una sua esclusiva emozione.... gli incontri con Carlo Giorgetti sono la testimonianza della passione che accomuna il La Puca alla tradizione della "Giorgetti" nella lavorazione del legno massello dall’intaglio alla tornitura, la fibre le trame i giochi delle venature nelle varie essenze esaltano il design con esplosioni magiche.

Il progetto "Corno a Quattromani" avrà in seguito ulteriori sviluppi, esiste una schiera di illustri personaggi del mondo dello spettacolo ma esclusivamente legati alla Napoletanità che sono stati coinvolti in questo lavoro e con i quali Guido La Puca sta intraprendendo accordi e nuovi studi sulla materia....

Arch.Roberta Aversano - mail: roberta.aversano@hotmail.it

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.