Home > Cronaca > Nola. Il Forum Ambiente alla manifestazione per la rinascita del (...)

Nola. Il Forum Ambiente alla manifestazione per la rinascita del territorio

Il ForumAmbiente Area Nolana parteciperà alla manifestazione “Il triangolo della vita”.

lunedì 14 ottobre 2013

Il ForumAmbiente Area Nolana parteciperà alla manifestazione “Il triangolo della vita”. Crediamo sia necessario, oltre che doveroso, partecipare a tale iniziativa: è da troppo tempo che la città non viene attraversata da una moltitudine di cittadini sensibili ai problemi della propria terra e consapevoli del fatto che un’inversione di marcia radicale sia ormai inevitabile. Cittadini che troppe volte, purtroppo, sono apparsi assopiti ed indifferenti.

Tuttavia, non abbiamo la memoria corta. Il Forum Ambiente mette insieme movimenti e cittadini che da anni lottano per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica. L’agro nolano è una terra martoriata, vittima degli affari delle ecomafie, dell’incapacità amministrativa e di anni di scelte punitive. Due discariche ed un impianto STIR a Tufino, inceneritore ad Acerra, innumerevoli cave di estrazione, rifiuti tossici interrati a Boscofangone ed in numerose altre zone agricole, decine di mini-discariche abusive disseminate in ogni angolo, regi lagni ridotti a cloache a cielo aperto, depuratore delle acque reflue malfunzionante.

Non vogliamo che qualcuno si senta escluso da tale evento ma riteniamo inammissibile che determinati soggetti politici, a prescindere dal loro partito d’appartenenza, vogliano utilizzare a scopo propagandistico l’indignazione collettiva per lo stato ecologico del territorio. In particolare, quanti ricoprono o hanno ricoperto importanti incarichi istituzionali. Crediamo che la manifestazione si rivelerà un successo se ci sarà la partecipazione attiva di tutte le fasce della cittadinanza nolana, ma anche di associazioni e comitati che operano nell’area e nell’intera regione. Riteniamo sia necessario illustrare i contenuti specifici della mobilitazione ed affermare con chiarezza quali sono gli obiettivi, per evitare che diventi solo fine a se stessa senza porre le basi per la rinascita della nostra terra.

Dal canto nostro siamo convinti dell’esigenza di fermare il biocidio. Ciò significa la fine degli sversamenti illegali di rifiuti urbani, industriali e speciali, grazie a strumenti quali il Sistri, un sistema di videosorveglianza da installare nei punti sensibili e maggiori controlli. L’abbandono della fallimentare logica inceneritorista, sia per gli inceneritori “legali” che per i roghi tossici, e in generale di tutti i tipi di trattamento a caldo dei rifiuti. L’introduzione di un ciclo virtuoso dei rifiuti basato sulla riduzione alla fonte, il riuso, la raccolta differenziata ed il riciclo.

Le bonifiche, infine, devono essere avviate soltanto dopo la messa in sicurezza di tutte l e aree prese d’assalto dalle ecomafie e le risorse economiche gestite in modo trasparente e pienamente consultabile da parte della cittadinanza. Bonificare il territorio ed abbandonarlo alla propria sorte significherebbe restituirlo nuovamente alla mercé della criminalità organizzata, favorendo affaristi senza scrupoli e rendendo inutile ogni sforzo.

CONCENTRAMENTO COMITATI E CITTADINI NOLA SABATO 19 OTTOBRE 2013 PIAZZA D’ARMI - ORE 10 FINO A BOSCOFANGONE.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.