Home > Attualità > Nola. “Piazza D’Uomo”, l’evoluzione dell’Happy Hour

Nola. “Piazza D’Uomo”, l’evoluzione dell’Happy Hour

“ I prossimi 20 e 21 settembre la festa dei volontari Caritas sarà anticipata da un ciclo di appuntamenti sulle criticità e potenzialità del sociale.

giovedì 12 settembre 2013

I prossimi 20 e 21 settembre la festa dei volontari Caritas sarà anticipata da un ciclo di appuntamenti sulle criticità e potenzialità del sociale.

Il festoso appuntamento di incont”ro e riflessione sul volontariato targato Caritas Nola fa il suo ritorno. I prossimi 20 e 21 settembre l’esperienza consolidata di Agosto col Grembiule verrà coronata da una serie di momenti di approfondimento che faranno da preludio all’Happy Hour dei volontari Caritas, previsto alle 21,30 di sabato 21 nel giardino del Palazzo Vescovile di Nola. L’impegno solidale, cuore e tema del tradizionale appuntamento, sarà uno dei numerosi aspetti su cui il Vescovo Beniamino Depalma inviterà a riflettere durante “Piazza D’Uomo”, nome dato a questa due giorni di confronto, aperto anche alle realtà collaterali al volontariato. "La piazza è centro vitale dei nostri paesi, il luogo dove solitamente ci si incontra e ciascuno ha tempo di dedicarsi alla sua sfera umana" spiega don Arcangelo Iovino, direttore di Caritas Nola, "da ciò è nata l’idea di mutuare questo concetto per la festa dei volontari Caritas, che costantemente è impegnata ad andare incontro all’uomo nei suoi bisogni, e da ciò la soluzione di presentare tutte le realtà che in modo diverso soddisfano questi stessi bisogni".

Allargando l’orizzonte dalle criticità alle potenzialità del sociale, Caritas Nola prosegue, infatti, la sua opera di cura della persona in un’ottica partecipata che dal centro fisico della sede diocesana, piazza Duomo, definisca una risposta a misura d’uomo alle diverse facce del disagio sociale. Il ciclo di eventi prenderà il via venerdì 20 alle 19 con un convegno nel Salone dei Medaglioni dal titolo "Nuove povertà: l’usura. Nuova opportunità: il microcredito", un tavolo di discussione a cui siederanno affianco al Vescovo Beniamino Depalma, Monsignor Andrea La Regina della Caritas Italiana e il Professor Ciro Rizzo dell’Università Suor Orsola Benincasa. Spostandosi dalla curia alla piazza, la mattina di sabato 21 vedrà protagonista la Società Sportiva Calcio Napoli, ospite col settore giovanile diretto da Francesco Barresi.

Lo sport, attività di aggregazione sociale, costituirà uno dei momenti di partecipazione attiva a Piazza D’Uomo, al quale potranno prender parte per le selezioni calcistiche del settore giovanile del Napoli, dalle 9,30 alle 11, 15 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 14 anni.

Seguirà "Dialogando sullo sport", un confronto tra il Vescovo Depalma, Francesco Barresi e il procuratore calcistico Mino Raiola, ancora in Piazza Duomo alle 11,30. Oltre alla dimostrazione calcistica, i momenti di partecipazione comprenderanno anche dei workshop, aperti a un massimo di 15 persone ciascuno tra operatori del Terzo Settore e soggetti istituzionali. Il primo, in programma venerdì 20 dalle 16 alle 18, a cura dell’Associazione Progettisti Italiani Sociali, dal titolo "Progettazione sociale: la dimensione partecipata", il secondo, sabato 21 dalle 17 alle 19, a cura di Giuseppe De Stefano del CSV Napoli, sul "Creare rete".

Tra le proposte di Piazza Duomo, a cui è possibile candidarsi tramite il sito di Caritas Nola, anche un corso di Basic Life Support tenuto dall’Asl Napoli 3 Sud sempre nei locali della curia. A partire dalle 19 di sabato la riflessione diventa esperienza con le performance di microteatro di Napoli Cultural Classic: sarà possibile per 5 minuti incontrare un’usuraia del nostro territorio e un funzionario di banca logorato dai casi di fronte a cui il suo lavoro lo pone.

Giulia Nappi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.