Home > Politica > Nola. Riprendono i lavori del "Contratto di Quartiere"

Nola. Riprendono i lavori del "Contratto di Quartiere"

I “Progetti di Quartiere” hanno come obiettivo principale il recupero e la valorizzazione di quelle aree caratterizzate spesso da degrado e disagio sociale.

martedì 8 ottobre 2013

I “Progetti di Quartiere” hanno come obiettivo principale il recupero e la valorizzazione di quelle aree caratterizzate spesso da degrado e disagio sociale.

Questi prevedono, infatti, nuovi assetti abitativi capaci di offrire servizi e spazi che favoriscano l’incontro, la socializzazione e l’organizzazione di attività culturali.

Un altro grosso passo in avanti è dovuto alla ripresa dei lavori del “contratto di quartiere”. Sempre con rapidità e tempestività, l’assessore ai lavori pubblici e vicesindaco del comune di Nola Enzo De Lucia, in collaborazione con l’amministrazione comunale e con l’Ing. Gaetano Oliva, responsabile unico del procedimento per la progettazione e la realizzazione di suddette opere, si sono impegnati per una rapida risoluzione delle complicazioni che si erano presentate nei giorni scorsi.

L’attenzione dell’amministrazione comunale è rivolta al miglioramento della città, ed un impulso forte è stato dato all’impresa dell’arch. Carmine Lettieri, affinchè questi si impegni nello svolgimento ottimale dei lavori di realizzazione dell’Auditorium, ovvero parco della musica e complesso multifunzionale. Intervento molto significativo!

Successivamente saranno eseguite anche opere di realizzazione del verde pubblico e di ristrutturazione di alcune palazzine. Inoltre verrà potenziata l’illuminazione. A spiegarci meglio il tutto, il vicesindaco Enzo De Lucia.

“Una città è prima di tutto una comunità che cresce; ha bisogno di spazi per attività collettive, per incontrarsi, per evitare il rischio di una vita separata dagli altri e necessita di occasioni di scambio e di incontro, di luoghi dove i bambini possano giocare, dove le persone possano condividere esigenze ed emozioni. Come può essere, appunto, passeggiare nel verde, ascoltare un concerto, assistere ad un balletto. E proprio in tal senso, rendere un servizio alla musica vuol dire rendere un grande servizio alla città, perché la musica, la danza, il teatro sono motori dei nostri sogni e a loro va dato spazio, studio e gioia. Un servizio alla città anche perché si tratta di un luogo aperto a tutti”.

Gli ostacoli sul proprio cammino sono considerati uno stimolo al successo.

Anna Lisa Auriemma

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.