Home > Cronaca > Poggiomarino, firmata la convenzione per i lavori della Longola

Poggiomarino, firmata la convenzione per i lavori della Longola

il sindaco Annunziata: "A lavoro subito"

venerdì 1 novembre 2013

Firmata la convenzione che stabilisce le norme per l’attuazione del recupero del “Parco Archeologico Naturalistico della Longola”
Il sindaco Annunziata : “Ora subito a lavoro”

.E’ un giorno importante per la città di Poggiomarino. Ieri mattina infatti, alle ore 12,15 la convenzione definitiva che stabilisce le norme per l’attuazione del recupero del “Parco archeologico naturalistico della Longola” è stata finalmente firmata.

La convenzione porta la firma del sindaco di Poggiomarino, Leo Annunziata e quella del responsabile del procedimento per la Regione Campania, l’architetto Domenicantonio Ranauro.

Un atto fondamentale che sancisce ufficialmente l’avvio del percorso di valorizzazione del Parco e il rilancio di uno dei patrimoni artistici-culturali di Poggiomarino attraverso il quale si avvia in contemporanea un iter di sviluppo e rilancio per la città.

Un incontro durato un’ora negli uffici dei beni culturali regionali, durante il quale sono stati programmati e pianificati, step per step, tutti gli interventi da mettere in campo: primo fra tutti che entro il 31 dicembre del 2015 vengano completati i lavori di riqualificazione del Parco archeologico.

“E’ stato un momento di confronto – ha spiegato il sindaco di Poggiomarino Leo Annunziata – siamo entrati nel vivo della programmazione degli interventi e si è concretizzato il percorso da adottare per l’attuazione dell’intero progetto. E’ un traguardo importante per la città di Poggiomarino e per la nostra amministrazione e un ringraziamento va a chi in questo lungo anno ha lavorato e ha creduto che il Parco potesse ritornare ad essere un sito di interesse degnamente riqualificato”.
Il sito archeologico del prestigio pari a quello di Pompei ed Ercolano, molto più antico, rischiava di restare per sempre sotterrato. La scoperta del sito protostorico, nei pressi dell’attuale corso del fiume Sarno, risale all’estate del 2000, quando durante i lavori dell’impianto di depurazione di Poggiomarino/Striano, nell’ambito del programma di disinquinamento del fiume Sarno, fu rinvenuto numeroso materiale archeologico.
Da oggi si apre un nuovo futuro per Longola e per la città.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.