Home > Attualità > Pomigliano, Il Vespa Club prepara un evento per il 15 dicembre e accoglie (...)

Pomigliano, Il Vespa Club prepara un evento per il 15 dicembre e accoglie la prima iscritta donna

Si tratta di Mary Liguori, giornalista e vespista di terza generazione

sabato 9 novembre 2013

Reduce dal successo del primo raduno tenutosi quest’anno a Pomigliano d’Arco e in attesa della partecipazione al Vespa World Days che si terrà nel giugno 2014 a Mantova, il Vespa Club Pomigliano accoglie tra le sue fila di iscritti la prima donna: è Mary Liguori, giornalista, la cui famiglia è alla terza generazione di vespisti. «Siamo felicissimi, Mary non è solo un’intenditrice e un’appassionata ma anche una preziosa risorsa: sarà la nostra mascotte, lo è già» - dice il presidente del Vespa Club Pomigliano d’Arco, Giuseppe Panico. Nel giro di pochi anni, il Club di Pomigliano si è conquistato adesioni e successi, oltre che traguardi ragguardevoli come la nutrita partecipazione al primo raduno tenutosi qualche mese fa in città. «Collaborare con il Vespa Club è un piacere – dice l’assessore Raffaele Esposito – e stiamo preparando un grande evento per il 15 dicembre da inserire nel programma delle festività, in quell’occasione daremo anche il benvenuto alla prima tessera “rosa” e sarà un onore farlo personalmente». Il nonno di Mary, Ciro, non solo amava le vespe, ma sapeva trattarle con amore, era infatti un esperto meccanico, così come il papà Vincenzo Liguori, al quale è dedicato il motoraduno che ogni anno, a settembre, si tiene a Pollena Trocchia. La terza generazione perpetua la tradizione familiare e Mary è fiera proprietaria di una Px 125 d’epoca, attualmente in ristrutturazione presso le officine Bello Racing di Napoli. La Px va ad accrescere il parco Vespe della famiglia Liguori.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.