Home > Politica > S.Anastasia. Approvato il bilancio, ecco cosa prevede

S.Anastasia. Approvato il bilancio, ecco cosa prevede

La critica opposizione del Pd

giovedì 10 ottobre 2013, di Lisa Terranova

Durante il consiglio comunale tenutosi l’8 Ottobre 2013, nella sala consiliare di Sant’Anastasia sono stati approvati vari provvedimenti tra cui il riequilibrio di Bilancio. Ad esporre i punti fondamentali è stato l’assessore al bilancio Armando Di Perna: "I Comuni che hanno avuto la capacità di approvare il Bilancio nel primo semestre dell’anno, si trovano a riequilibrare i conti, così come detta la norma, Sant’Anastasia è fra questi! Per dare un segnale positivo ai giovani in cerca di lavoro, abbiamo istituito e finanziato il Tirocinio formativo presso l’Ente, incardinato negli uffici che ne faranno richiesta, prevedendo anche un rimborso spese per i partecipanti. Per alleviare il bisogno lavorativo, l’acquisto di “voucher” per prestazioni occasionali di cittadini che si trovano in condizioni di disagio socio-economico, offrendo loro non tanto una prestazione assistenzialistica fine a sé stessa, bensì un’occasione di inserimento/reinserimento lavorativo rispettosa della dignità e della potenzialità della persona. A questi interventi, si aggiunge il nuovo bando di servizio civile, che ci vede ancora protagonisti con venti assegnazioni e la figura dei nonni vigili, un’opportunità lavorativa per pensionati, che serve dare anche maggiore ordine nell’orario di entrate ed uscita delle scuole del territorio. Abbiamo poi pensato a come alleggerire il costo dei servizi che i cittadini sono tenuti a pagare al Comune. Per il sevizio di mensa scolastica, in particolare, è prossima all’approvazione una rimodulazione al ribasso del costo dei ticket, con riduzioni ed esenzioni maggiori per fasce di reddito, diversamente abili, condizioni di disagio oggettivo, o semplicemente per alleviare la spesa in presenza di più figli. Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti, invece, mettendo a ruolo i nuclei familiari denunciatisi col condono, siamo riusciti già da subito a diminuire fino a 110 (centodieci) euro per nucleo familiare il carico per famiglia rispetto a quanto deliberato a luglio. In questo modo, più della metà delle famiglie andranno a pagare con la nuova TARES meno di quanto pagavano con la TARSU" . Ha concluso l’assessore Di Perna orgoglioso e soddisfatto per l’approvazione del riequilibrio di bilancio, anche se durante i lavori della pubblica assise c’è stata la voce dell’opposizione che ha espresso liberamente il suo disappunto su varie questioni.
Il PD anastasiano ha votato contro il documento finanziario sia lo scorso luglio e sia in questa situazione.
Sono state lette le interrogazioni consiliari, la prima riguardante la messa in sicurezza delle abitazioni popolari di proprietà comunali, site in Piazza del Lavoro, le quali necessitano urgentemente di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria di alcuni stabili dove sia sulle parti comuni esterne che all’interno degli appartamenti sono visibili distaccamenti dell’intonaco, del cemento delle strutture portanti e del deterioramento dei ferri d’armatura, (come dice la lettera presentata dal consigliere Raffaele Coccia al presidente del consiglio comunale). L ’altra interrogazione, di sfondo sociale, battaglia portata avanti sempre dal consigliere Coccia, riguarda le sale da gioco presenti sul nostro territorio. Coccia propone l’istituzione di un regolamento comunale per l’apertura di nuove sale da gioco e di giochi leciti, delle agenzie per la raccolta di scommesse, delle sale VLT o nel caso dell’esercizio di giochi con vincita in denaro, puntando soprattutto sulla loro localizzazione, perché si vede necessario che esse siano poste ad una distanza maggiore di quella prevista per legge da: istituti scolastici di qualsiasi grado, luoghi di culto, impianti sportivi e centri giovanili o altri istituti frequentati principalmente da giovani, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socioassistenziale, strutture ricettive, strutture ricettive per categorie protette e tutti i luoghi di aggregazione sociale presenti sul nostro territorio. Infine il consigliere democratico ha proposto che vengano istituiti punti di ascolto presso le strutture dell’ASL locale per tutti i cittadini affetti da ludopatia.
Adirato il consigliere Coccia esprime con profonda amarezza il suo disappunto sull’esito negativo della prima interrogazione consiliare:<< E’ davvero vergognoso che per un problema così importante e delicato, come quello della messa in sicurezza degli stabili di piazza del Lavoro, l’amministrazione affermi che non ci siano fondi, mentre si sperperano i soldi dei cittadini senza una vera programmazione. Per questo come PD abbiamo espresso il nostro voto contrario al riequilibrio di bilancio. Soprattutto per coerenza con le nostre posizioni, di cui restiamo fermamente convinti. Sono, invece, personalmente molto soddisfatto che l’interrogazione presentata sulle sale da gioco, contenente anche proposte importanti per la lotta contro la ludopatia sia stata accolta dall’amministrazione. Ci auguriamo che la lettera di risposta a firma dell’assessore Castaldo, il quale si impegna a dare seguito alle problematiche sollevate, possa essere concretizzata quanto prima. Come ho già avuto modo di dire, questo è un dovere morale dal quale chi amministra non può in alcun modo esimersi”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.