Home > Cronaca > S.Antimo. Multato imprenditore i cui dipendenti gettavano rifiuti in (...)

S.Antimo. Multato imprenditore i cui dipendenti gettavano rifiuti in strada

lunedì 11 novembre 2013

Agente della polizia municipale scopre un camion che sversa rifiuti risale al responsabile e lo multa. E’ accaduto qualche giorno fa a Sant’Antimo dove l’agente, libero dal servizio, notava lo sversamento in via Appia
L’autista del camion si dava alla fuga ma l’agente riusciva a rilevare il numero di targa del veicolo ed alcuni reperti del materiale rinvenuto. Il veicolo risultava essere intestato ad un imprenditore edile di Sant’Antimo, F. C. di anni 60. Su direttive del Comandante della Polizia Locale, maggiore Biagio Chiariello, gli agenti si recavano presso il deposito dell’azienda in Sant’Antimo dove notavano il camion ed un operaio, oltre alla presenza di alcuni residui di materiale della stessa specie di quelli già sversati in strada.
L’uomo, è stato denunciato per trasporto, sversamento e gestione illecita di rifiuti unitamente ad un suo operaio, autista del camion al momento dell’accaduto, ed il materiale è stato sottoposto a sequestro nonché l’area messa in sicurezza.
Gli autori, denunciati, rischiano l’arresto da sei mesi a due anni e un’ammenda dai 2600 ai 26000 euro. Nei loro confronti anche sanzioni amministrative e obbligo di ripristino dello stato dei luoghi, quest’ultimo avvenuto con ditta specializzata e con spese a totale carico dei responsabili.
Nella stessa zona, circa 1 mese fa, il Comando Polizia Locale denunciò due cittadini santantimesi colti ad abbandonare 15 sacchi di tessile in un bosco, con materiale sequestrato e rimosso.

L’attività della Polizia Locale di Sant’Antimo continua nella lotta contro i trasgressori e i responsabili dei reati in materia di ambiente.
Proprio qualche giorno prima sono state sanzionate 3 donne che al centro storico del paese si erano liberate di rifiuti e che individuate sono state tutte sanzionate.
Oltre 50 sono i verbali di contestazione elevati nei confronti dei responsabili in un mese, con importi complessivi di euro 7 mila circa, grazie anche all’apporto del Corpo dei volontari delle Guardie Ambientali.
L’attenzione del Comandante si dirige verso una repressione forte nei confronti dei responsabili, attraverso anche le contestazioni in materia di codice della strada con sequestri dei veicoli usati per commettere i cosiddetti "lanci dei sacchetti" con auto senza copertura assicurativa.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.