Home > Appuntamenti > San Giorgio. Domenica in villa Bruno spettacolo e raccolta fondi per la (...)

San Giorgio. Domenica in villa Bruno spettacolo e raccolta fondi per la piccola Angela

martedì 22 ottobre 2013, di La redazione

SAN GIORGIO A CREMANO. L’associazione “Arcobaleno della vita - associazione italiana di volontariato per assistenza ai minori e anziani” di Napoli, con il patrocinio morale della Città di San Giorgio a Cremano, organizzerà l’evento “Un sorriso per Angela” domenica 27 ottobre. L’evento, presentato nel corso di una conferenza stampa in villa Bruno a cui ha partecipato anche l’assessore alle Politiche Giovanili Michele Carbone, sarà una vera e propria maratona musicale per la piccola Angela Esposito, nata prematura e diventata cerebrolesa in seguito a degli interventi chirurgici alla testa durante uno dei quali ha contratto un virus invalidante.

Direttore artistico dell’evento sarà l’interprete della canzone classica napoletana Mariarosaria Vardi mentre il direttore organizzativo sarà Imma Pastena. Molti i nomi del mondo dello spettacolo che saranno ospiti dell’evento: il duo Migliaccio e Carrino, il tenore Walter Dubois, l’attrice Melissa Manna, Sasà Trapanese, il rapper Davide Nicosia, i maestri Franco Matricano e Antonio Altieri. Oltre a loro, presenti anche Lello Troise, Ilva Primavera, Angelo Iannelli, Antonio Cariello, Nunzia Marra, Pulcinella Napoletano, Annamarika Ferrante, la poetessa Dora Della Corte, Luca Schioppa, Alex Mare e Marianna Zazzaro.

L’associazione di volontariato “I ragazzi della barca di carta” daranno un valido contributo per la raccolta fondi. Radio Azzurra web darà voce all’evento via radio mentre i presentatori ufficiali saranno Ralph Stringile e Alfredo Lopes. Obiettivo dell’evento sarà sostenere Angela, che ha necessità di cure mediche.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.