Home > Cronaca > San Sebastiano. Via Flauti, Migliaccio, l’ex capo della Municipale di Massa (...)

San Sebastiano. Via Flauti, Migliaccio, l’ex capo della Municipale di Massa di Somma sventa rapina a due 15enni

domenica 29 dicembre 2013, di Patrizia Panico

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO. C’era qualcosa che non andava in quei quattro ragazzini, in sella su due scooter: non sembravano affatto amici né, soprattutto, divertirsi tra loro: “Il loro modo di rincorrersi mi ha subito insospettito. Così non ho smesso di seguire l’intera scena, fino a quando due di loro non hanno stretto al muro le vittime e puntato un grosso coltello al volto per farsi consegnare cellulari e portafogli”, è stato così che Domenico Migliaccio, l’ex comandante della polizia municipale, in pensione, è intervenuto sventando una rapina tentata da due minori di 15 e 17 anni contro due 15enni.

Un eroe, Domenico Migliaccio, a capo della municipale del vicino Comune di Massa di Somma fino ad un anno fa, che si è ritrovato suo malgrado di nuovo in servizio, pronto ad entrare in azione. La vicenda è avvenuta venerdì pomeriggio, poco dopo le 17, in via Flauti, una stradina di campagna lunga e solitaria, e, per questo motivo spesso teatro di rapine e scippi. Domenico era seduto sotto il portico della sua abitazione per godersi l’ultimo sprazzo di sole, o meglio, come dice lui stesso: “Per fumare tranquillo dal momento che in casa da fastidio a tutti”.

Dalla strada si intravedono due motorini, si tratta di uno scooter 125 e una vespa 50. A bordo dello scooter due ragazzi che sfrecciavano senza il casco (hanno 15 e 17 anni), mentre i due 15enni sulla vespa lo indossavano entrambi. Inizia una strana corsa trai due mezzi: “Quelli senza il casco tendevano a tagliare la strada e stringere al muro gli altri due, che cercavano invano di proseguire”, racconta l’ex comandante.

Il sospetto che non fossero proprio amici si è concretizzato quando ad un certo punto si sono sentite delle urla: “Sono corso al cancello e ho visto che i due senza casco puntavo al volto degli altri due un grosso coltello”. A quel punto è stato istintivo per Migliaccio estrarre la pistola, che posta sempre con sé e per la quale ha un regolare porto d’armi, e intimare ai due malviventi di fermarsi. I due rapinatori alla vista dell’arma hanno cercato di fuggire ma nella manovra con lo scooter sono finiti fuori strada, e così, hanno proseguito la fuga a piedi lasciando sul posto l’arma e la refurtiva.

Sul posto sono in seguito intervenuti i carabinieri della locale stazione, che grazie alla targa dello scooter sono risaliti ai responsabili, che dopo poche ore sono stati denunciati per tentata rapina. Intanto i due rapinatori, di 15 e 17 anni di Napoli, tra l’altro già noti alle forze dell’ordine, vistosi scoperti hanno deciso di costituirsi andando in caserma con il loro avvocato.

di Patrizia Panico da Il Mattino area sud-costiera

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.