Home > Attualità > Comunicati Stampa > Sant’Anastasia. Diversamente Carnevale, grande festa al centro (...)

Sant’Anastasia. Diversamente Carnevale, grande festa al centro Liguori

martedì 4 marzo 2014, di La redazione

SANT’ANASTASIA. Diversamente Carnevale, la serata e’ stata onorata non solo dagli utenti del Centro Liguori, ma anche da famiglie Anastasiane che hanno trovato originale e divertente partecipare ad un carnevale diverso.

La collaborazione che si stringe intorno a questi eventi, al Centro Liguori di Sant’Anastasia/Napoli diventa sempre piu’ forte.

All’ingresso un’ organizzatissima protezione civile che ha reso facile il parcheggio alle persone disabili , una garanzia non sottovalutabile se si pensa che la stragrande maggioranza di disabili non si sposta per le difficolta’ di viabilita’. Alle porte d’accesso al centro, I ragazzi della MIR distribuivano caramelle e messaggi di benvenuto , una dama veneziana creata dalla fantasia artistica dei volontari dell’Annabella, distribuiva lingue di carta e cioccolatini a grandi e piccini.

In una stanza trovavano posto i partecipanti che provvedevano al ritocco delle maschere disegnate da una volontaria della Solidarte, in un’altra sala si svolgeva con l’impegno dell’Asd Real vesuviana il torneo di Braccio di ferro , sempre piu’ richiesto tra le attivita’ di sport e svago.

La sala gremita di persone che ballavano e cantavano, guidati dal gruppo musicale dell’Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti, volontari sempre in attesa di intervenire laddove c’era bisogno d’aiuto.

E come non dolcificare il tutto con una gara culinaria premiata da una giuria composta da rappresentanze di : Sant’Anastasia, Volla e Marigliano, che hanno voluto essere con noi per stringersi in questo cerchio di solidarieta’?

Tanti sono stati i dolci e rustici arrivati a partecipare e che rappresentano soprattutto il sostegno delle persone semplici che fanno si che questi eventi possano svolgersi egregiamente anche in questi periodi in cui si sente maggiormente il disagio di una Amministrazione non ancora creatasi e di una carenza dell’ attenzione dei commercianti .

Un incontro tra persone disabili e non, di diversi territori e con esperienze e vissuti diversi ,che hanno condiviso un momento di svago e divertimento all’insegna di una logica diversa e che ha portato a scegliere come proprio emblema una maschera rappresentativa per questo carnevale cosi’ originale.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.