Home > Attualità > Sant’Anastasia – Giù i tabù sulla diversità, a contribuire lo sport.

Sant’Anastasia – Giù i tabù sulla diversità, a contribuire lo sport.

mercoledì 11 settembre 2013, di Maria Beneduce

Eliminare le diversità, costruendo le basi della attraverso lo sport, questo l’intento attuato dall’Unione ciechi ed ipovedenti, Sant’Anastasia, di cui il presidente è Peppe Fornaro. Lo sport per avvicinare, unire abbattere le differenze. Ecco il nuovo progetto attuato dall’associazione per abbattere i tabù e fare aggregazione. Il progetto parte dalle scuole primarie, e oltre Sant’Anastasia, abbraccerà altri comuni del adiacenze. Ed ecco che entra in gioco l’Unione ciechi ed ipovedenti della piccola cittadina vesuviana, “Quale migliore motore se non lo sport per sostenere l’integrazione e abbattere le diversità”, spiega il presidente dell’associazione. “Stare insieme è importante ed è giusto partire dai bambini, cominciando a far capire loro che un handicap non deve allontanare, ne creare differenze e tanto meno far pensare ad una diversità”. L’intento è di unire i giovani studenti delle scuole elementari con persone con disabilità, partendo da attività di gruppo sportive e praticate da giovani con disabilità, come nel caso della squadra "La Real Vesuviana" Di Sant’Anastasia di torball, che da questa nuova stagione sportiva sarà impegnata anche a livello internazionale, “aggregare per eliminare le barriere”. Non a caso il presidente intende rammentare, “che gli allenamenti stanno per riprendere, ed essendo lo sport un pratica fondamentale, invito ad aderire alle nostre iniziative”. La formazione della Real Vesuviana è una delle quattro compagini italiane che sono state invitate a prendere parte al torneo internazionale di torball, che si svolgerà nel fine settimana nel comune di Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti. La manifestazione, denominata "Torball e Trabocchi", vedrà confrontarsi le realtà più importanti di questa disciplina sportiva sia d’Italia sia d’Europa. L’associazione sportiva dilettantistica "Napoli Real vesuviana" promuove tra le attività sportive dedicate ai disabili, il "Torball, Goalball, Show Down, Braccio di ferro, Calcetto a 5 cat. b1, tornei di scacchi, giochi di carte ed escursioni guidate, partecipando al campionato nazionale serie B di Torball, campionato nazionale serie A di Goalball, campionato di ShowDown. Per i ragazzi guidati dal tecnico Antonio Maione è un onore poter prendere parte alla kermesse, poiché il confronto con atleti di altre nazioni riveste sempre un momento molto emozionante. Il progetto si incastona cosi tra le iniziative che vorrebbero consolidare “le realtà più diverse, per unire ed anche per normalizzare le diversità sottolineate da un handicap. Il disabile è prima di tutto una persona”. E’ in questa semplicità che dall’associazione Uic di Sant’Anastasia parte il progetto che prende anima dal piccolo comune del vesuviano, riuscendo a coinvolgere le scuole elementari dei territori di Somma Vesuviana, Cercola, Volla e Massa di Somma. “Un mezzo - spiega Fornaro - che porterà gli alunni dolcemente a provare e conoscere realtà diverse da quelle etichettate ‘normali’, e lo strumento sarà lo sport”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.