Home > Attualità > Sant’Anastasia. "Per un #VESUVIOVIVO". Il 20 dicembre convegno su Zona Rossa (...)

Sant’Anastasia. "Per un #VESUVIOVIVO". Il 20 dicembre convegno su Zona Rossa e sviluppo dell’area vesuviana

venerdì 13 dicembre 2013, di La redazione

SANT’ANASTASIA. Dieci anni di Zona Rossa intorno al Vesuvio. Il 10 dicembre 2003 con la legge regionale n. 21 venivano istituiti i vincoli territoriali entro i quali bisognava ridurre la densità di popolazione in un perimetro di territorio definito “rosso”.

Cosa è stato fatto in dieci anni? Cosa si poteva fareper rilanciare lo sviluppo dell’area vesuviana? A queste e ad altre domande si tenterà di dare risposta con il convegno “Per un #VESUVIOVIVO” del giorno 20 dicembre a partire dalle ore 17.30 presso la Sala Congressi del Santuario di Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia organizzato da Vesuvio Hub in collaborazione con la testata giornalistica L’Ora Vesuviana e l’associazione SviMEU.

“Come Hub – ha dichiarato Paolo Perrotta, tra gli ideatori di Vesuvio Hub e direttore de L’Ora Vesuviana - pensiamo sia giusto dare slancio ad una serie di iniziative per un #vesuviovivo, partendo proprio da una discussione sugli strumenti di leggi esistenti entro i quali i comuni e anche gli imprenditori possono muoversi in direzione di un rilancio del vesuviano”.

Oggi c’è un Piano Paesaggistico Regionale (a firma dell’assessore Marcello Taglialatela) che avrà molteplici effetti sui territori, dalla rivisitazione dei vincoli alla compensazione ambientale, per finire alla sburocratizzazione e all’interazione con diversi livelli di pianificazione, dai Puc – piani urbanistici comunali – ai Ptcp, i piani territoriali provinciali. È di fatto la prima legge della Campania in materia, con un testo redatto insieme ai tecnici del ministero per i Beni Culturali e con le cinque soprintendenze provinciali.

Gli effetti della «legge Taglialatela» saranno evidenti soprattutto nelle zone più sottoposte a vincoli, quelle finora completamente ingessate da normative rigide, come per esempio il divieto di abbattimento e ricostruzione di fabbricati esistenti nei diciotto comuni dell’area vesuviana e costiera compresi nella cosiddetta «zona rossa» normata nel 2003 dalla legge regionale 21.

“Del Piano paesaggistico regionale e del Piano strategico operativo che aiuterà i comuni alla redazione dei Puc (piani urbanistici comunali), abbiamo deciso di parlarne in un convegno organizzato il 20 dicembre 2013 presso la Sala Congressi del Santuario di Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia con i sindaci della zona rossa, gli assessori e i consiglieri regionali e provinciali, associazioni di categoria, con economisti e docenti universitari”, ha infine concluso Salvatore Esposito, presidente di SviMEU – Associazione per lo Sviluppo del Mezzogiorno in Europa.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.