Home > Attualità > Saviano. Successo della compagnia "Omega" con l’opera "Il morto sta bene in (...)

Saviano. Successo della compagnia "Omega" con l’opera "Il morto sta bene in salute"

L’opera è stata messa in scena in occasione della decima rassegna teatrale intitolata a "Carmine Mensorio".

martedì 28 gennaio 2014, di Mauro Romano

Davanti a un pubblico di giornalisti, attori, registi e rappresentanti di altre compagnie in cartellone, nonché di esponenti della Cultura e dello Spettacolo e appassionati di Teatro, la Compagnia Teatrale “Omega” di Cercola, ha ancora fatto colpo grosso alla sua terza uscita nella stagione teatrale 2013-2014. Di pubblico e di critica.

Il noto gruppo ha dato ancora una volta testimonianza di saperci fare sulle tavole di palcoscenico, esprimendosi in teatro di prosa.

L’ottima performance della compagnia diretta dall’attore-regista Francesco Amoretto, è avvenuta presso l’Auditorium Teatro di Saviano, in occasione della Rassegna Teatrale “Premio Carmine Mensorio”, con la messa in scena della commedia in due atti di Gaetano Di Maio “Il morto sta bene in salute”, per la regia dello stesso Amoretto e con la Direzione-Gestione del dott. Giovanni Palladoro.

Tutti hanno espresso parole di elogio alla Compagnia ormai veterana della Rassegna della “Città del Carnevale”, giunta alla decima edizione: a partire dal primo cittadino di Saviano, il dott. Carmine Sommese e dal suo vice con delega alla Cultura e Spettacolo, il dott. Francesco Iovino.

Il regista Amoretto, chiamato sul palco, ha ricambiato adeguatamente per la straordinaria accoglienza.

L’opera è stata rappresentata per la prima volta nel 1975 da Luisa Conte e Ugo D’Alessio con grande successo. E solo dopo “pensata” dal Di Maio per Nino Taranto. Purtroppo impossibilitato ad affidarla a quest’ultimo per la sua scomparsa, nel 2001 la commedia venne assegnata a Luisa Conte e Enzo Cannavale. Da allora tantissime compagnie amatoriali l’hanno riproposta.

La trama: Il tutto avviene in una pensione denominata ‘’Pensione della tranquillità’’, dove un esponente della Mafia Siciliana lascia una valigia comprendente un grosso bottino in danaro. La coppia di proprietari, Nannina e Gennaro, interpretati da Liana Gallo e Francesco Amoretto, si appropriano del contenuto per ristrettezze economici. La Mafia manda il Killer Carmelo – interpretato da Andrea Liguori, che funge anche da aiuto-regista) per riaverla. E dall’arrivo in pensione di quest’ultimo nascono tanti equivoci, paure, bugie e così via, mettendo in ‘’movimento’’ anche i clienti e non della pensione stessa.

Ci riferiamo a Palmira, bella donna di facili costumi: Anita Cristiano; a Silvestro, innamorato pazzo di Rosetta, figlia dei proprietari della pensione: Stefano Gallo e Antonella Montanino; a Peppino, ‘attivo’ con le donne, denominato anche ‘’rattuso’’: Mario Borrelli; a Melina, cameriera ‘’tutto fare’’: Filomena Grasso; alla Fioraia Pisciatella, detta anche “Tettella ‘a scema”, scambiata per picciotta : Anna Alboreto; ad Amilcare, cliente occasionale che non trova pace ne a casa sua ne nella pensione: Marco Carotenuto; a Ludovico, marito tradito della bella Palmira: Stefano Gallo; a Gino Doré, macchiettista e attore illuso perseguitato dalla Mafia, anche perché ha sedotto Agatina, una donna Italo-Americana di origine napoletana: Alessia Battaglia, mamma di due simpatiche bambine: Clementina e Lisetta, interpretate da Marica Battaglia e Elena Battista.

Queste ultime tre si trovavano nella città partenopea accompagnate dalla nonna, Donna Rosalia, ovvero Raffaela Rocco, allo scopo di far sposare Agatina a Gino Doré, poiché, furbescamente, ritenevano questi fosse in procinto di incassare una grossa eredità, e non di meno perché lo pensavano in imminente pericolo di vita per aver sgarrato con la mafia.

L’attore/regista Francesco Amoretto ci spiega di alcuni contenuti personalizzati della commedia denominata Giallo-Comica. “Mi sono permesso di elaborare liberamente il testo, adattandolo in tutta la sua vena comica senza minimamente toccare il vero messaggio dell’autore, allo scopo di far trascorrere due ore e passa di sane risate agli spettatori intervenuti, che, anche a Saviano, hanno occupato il teatro in ordine di posto. Mi voglio congratulare con tutti i miei attori che hanno interpretato alla grande i ruoli loro assegnati, ricevendo applausi a scena aperta fino alla fine. Inoltre ringrazio il pubblico che ci segue da sempre e nuovo di circa 300 persone pervenute da Cercola e dall’intera Campania”

Amoretto ringrazia, poi, tutti coloro che, col loro contributo, ne hanno permesso la realizzazione: Giovanni Palladoro per la gestione; il Comune di Saviano nella persona del sindaco Carmine Sommese e dell’assessore alla cultura e spettacolo Francesco Iovino.

Il suo bravo va: per le scenografie Raffaele Capasso; Microfoni e Luci, Paolino Palladoro; lo Staff OMEGA; Costumi e Trucchi, la Compagnia. Trasporto, ditta Luigi Capasso; Aiuto Regia, Andrea Liguori.

Hanno presentato le due serate le graziose e brave Tina Borrelli e Anna Alboreto. Da parte nostra non ci resta che augurare ancora tanti successi alla Compagnia Teatrale OMEGA di Cercola, già a partire dalle prossime uscite.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.