Home > Sport > Serata no. La DHS Napoli naufraga in casa dell’Asti. Oranges: “Deluso. (...)

Serata no. La DHS Napoli naufraga in casa dell’Asti. Oranges: “Deluso. Riscatto col Rieti”

domenica 27 ottobre 2013, di La redazione

Asti troppo forte. La DHS Napoli C5 non riesce a ripetere le splendide prestazioni casalinghe contro Marca Futsal ed Acqua & Sapone ed esce sconfitta, nettamente, dal Pala San Quirico. Azzurri mai realmente in partita e surclassati dall’inizio sprint dei padroni di casa, bravi ad indirizzare il match già nella prima frazione.

Avvio shock. L’equilibrio del match dura pochissimo. Come già accaduto nelle prime tre gare di campionato, gli azzurri vanno subito sotto. Stavolta, all’Asti bastano appena 54’’ per passare in vantaggio: l’autore del gol è De Oliveira, con una sassata dal limite su cui Garcia Pereira non può arrivare. Pressione altissima dei locali, il Napoli non riesce quasi mai ad uscire ed elaborare l’azione offensiva. L’unica occasione capita sui piedi di Pedaleira, smorzato in angolo. L’Asti, invece, fa le prove generali del raddoppio con Cavinato e Lima. Il 2-0 arriva all’8’, grazie a Vampeta, bravo ad anticipare la difesa napoletana sul gran taglio di Fortino. Il Napoli prova ad accorciare le distanze con una ripartenza firmata Botta- Milucci, ma Casalone, sostituto di Kiko Bernardi, sventa l’offensiva ospite. Il canovaccio del match però non cambia, è l’Asti a dirigere le operazioni.

De Oliveira colpisce un palo su rinvio di Casalone, poi è il croato Novak, servito su calcio d’angolo, a trovare con un gran sinistro la rete del 3-0. Per Ivan Oranges è troppo. Il tecnico chiama il time out per dare la scossa, e al rientro in campo Fornari timbra un legno. Poi è Pedaleira a trovare Novak sulla sua strada per la deviazione in angolo. Quando si intravedono timidi segnali di vita, l’Asti spegne subito ogni velleità, col gol di Ramon che chiude la prima frazione sul 4-0

Dominio Asti. La ripresa si apre con il gol di Jader Fornari, il terzo in campionato per il bomber ex Pescara che batte Casalone nell’angolino basso alla sua sinistra. Gli azzurri sembrano uscire dal guscio, con Pedaleira che calcia alto al 4’. Ma è, ancora una volta, un’illusione perché l’Asti rialza il ritmo e trova la rete del 5-1 con Cavinato, che ribadisce in gol dopo la respinta di Garcia Pereira su Fortino. Nel frangente, si fa male anche Garcia Pereira, costretto ad abbandonare il parquet per un problema alla mano dopo lo scontro con l’autore del gol. Gli subentra Simeone, che però nel giro di venti secondi deve raccogliere per due volte la palla in fondo al sacco. Arrivano, infatti, le marcature di Fortino e Vampeta a stretto giro di posta. All’8’ il Napoli trova la rete con Pedaleira, che a porta vuota non fallisce la rete dopo che Casalone aveva vinto il duello personale con Josè Carlos. Sul 7-2 Ivan Oranges prova a ridare la scossa, inserendo Bico come portiere di movimento.

La mossa frutta il gol, quasi immediato, di Jader Fornari, che nel cuore dell’area si gira in un fazzoletto e fa secco Casalone. Ma è solo una breve parentesi nel monologo piemontese. Gli uomini di Polido, infatti, sfruttano gli ampi spazi concessi della difesa partenopea e trovano un finale in doppia cifra. Ramon sigla la nona rete, Cavinato in ripartenza fa 9-3. Al 17’ è il turno di Fortino che, su rilancio di Casalone, trova la deviazione volante di tacco a porta sguarnita. La serata horror del Napoli si chiude a 30’’ dalla fine, quando Cavinato, ancora con la porta indifesa, trova la personale tripletta che fissa il punteggio finale sull’11-3. Una totale disfatta per gli azzurri, che ora sono chiamati al pronto riscatto contro il Rieti, sabato prossimo, al Palazzetto dello Sport di Cercola. Ci sarà la diretta del match sulle frequenze di Rai Sport.
Tabellino di gara
ASTI-DHS NAPOLI 11-3 (4-0 p.t.)
ASTI: Casalone, Cavinato, Marquinho, De Oliveira, Novak, Lima, Celentano, Ramon, Vampeta, Fortino, Garcias, Casassa. All. Polido

DHS NAPOLI: Garcia Pereira, Bertoni, Pedaleira, Bico, Fornari, Galletto, Pipolo, Campano, Botta, Milucci, José Carlos, Simeone. All. Oranges

MARCATORI: 0’54’’ p.t. De Oliveira (A), 8’06’’ Vampeta (A), 11’23’’ Novak (A), 19’27’’ Ramon (A), 3’28’’ s.t. Fornari (N), 5’22’’ Cavinato (A), 7’29’’ Fortino (A), 7’46’’ Vampeta (A), 8’42’’ Pedaleira (N), 11’16’’ Fornari (N), 12’24’’ Ramon (A), 13’44’’ Cavinato (A), 17’08’’ Fortino (A), 19’33’’ Cavinato (A)

AMMONITI: Campano (N), Bico (N)

ARBITRI: Filippo Ragalà (Bologna), Giuseppe Parente (Como) CRONO: Davide Iacovelli (Chivasso)
Sala stampa. E’ un Ivan Oranges rabbuiato quello che a fine gara commenta la disfatta in casa dell’Asti. La prestazione e l’approccio dei suoi ragazzi lo hanno deluso. “Perdere in casa di una squadra come l’Asti ci può stare, ma non così. Consegnandosi all’avversario. Sono deluso dall’atteggiamento della squadra. Il primo gol, dopo 54 secondi, è arrivato su una situazione di gioco che avevamo studiato. Sapevamo che potevano far gol così. E’ stata la prima avvisaglia di un approccio alla partita sicuramente sbagliato. Mentalmente non ci siamo stati, non ho visto lo stesso atteggiamento delle due sfide interne contro Marca e Acqua & Sapone. E’ una sconfitta che fa male e deve farci riflettere”. Sabato c’è l’occasione immediata per riscattarsi. Al Palazzetto dello Sport di Cercola arriverà il Rieti, con la diretta Rai Sport. “Sono tutte decisive. E dobbiamo capirlo tutti. Sabato voglio una squadra combattiva e motivata. In settimana lavoreremo per preparare questa partita con la massima attenzione”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.