Home > Cronaca > Somma. Scoperto cimitero di auto rubate: tre persone in manette

Somma. Scoperto cimitero di auto rubate: tre persone in manette

giovedì 3 ottobre 2013, di La redazione

Tra questi un minorenne, il blitz della polizia in via Madama Feleppa

Un "cimitero" di auto rubate scoperto dalla polizia in via Madama Feleppa a Somma Vesuviana. Il blitz degli agenti del Commissariato di San Giuseppe Vesuviano ha portato all’arresto di Antonio Esposito, di 59 anni, Giovanni Palomba, di 44 anni, e A.I. di 17 anni, responsabili in concorso del reato di riciclaggio di autovetture e motori di auto. Il 17enne, ucraino, è stato anche denunciato in quanto sprovvisto di permesso di soggiorno. Da diverso tempo gli agenti stavano indagando su un’area adibita all’autodemolizione situata a Somma e nella quale potevano nascondersi autovetture di origine furtiva.
Ieri mattina i poliziotti hanno dato riscontro all’attività investigativa seguita. Infatti, dopo aver scavalcato dei cancelli, gli agenti hanno notato due uomini, Esposito e il 17enne, armeggiare sulla carcassa di un’auto. Dopo aver bloccato i due gli agenti hanno riscontrato che quell’auto, una Fiat Panda, era stata rubata il mese scorso.
Ma l’operazione è proseguita con la scoperta di altre autovetture e pezzi di auto: tutte provenienti da furto.
Quando la polizia è intervenuta Giovanni Palomba non era ancora presente nello scasso. Ma è giunto poco dopo alla guida di un autocarro all’interno del quale gli agenti hanno rinvenuto motore e parti di un’autovettura Fiat 500 anch’essa rubata.
In un container sono stati rinvenuti altri motori di auto sui quali sono in corso accertamenti relativi alla loro provenienza.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.