Home > Sport > Sporting Nola. Il DS Sorrentino contro la classe arbitrale: "Pretendiamo (...)

Sporting Nola. Il DS Sorrentino contro la classe arbitrale: "Pretendiamo rispetto!"

Il Direttore Sportivo Sorrentino è portavoce di quest’amarezza generale che regna in casa Sporting.

lunedì 27 gennaio 2014

Dopo la sconfitta di San Marco Evangelista l’ambiente bianconero è sconfortato sia per il risultato ottenuto, visti i valori e l’andamento della gara, sia per l’ennesima mediocre conduzione arbitrale stagionale.

Il Direttore Sportivo Sorrentino è portavoce di quest’amarezza generale che regna in casa Sporting e dichiara: “A questa squadra, aldilà delle volte in cui a perderle le gare siamo stati noi, mancano almeno 5/6 punti grazie a delle conduzioni arbitrali molto discutibili.

Ci piace essere schietti e sinceri con tutti il verdetto del campo non si discute ma sono le logiche arbitrali che condizionano le partite ed è questo che a noi fa rabbia.

Perdiamo per un rigore molto dubbio quando nemmeno un minuto prima al limite dell’aria avversaria il nostro Giorgio ha subito lo stesso identico fallo non sanzionato.

La direzione arbitrale quest’oggi è stata alquanto discutibile perchè nell’episodio del rigore ci siamo trovati anche in inferiorità numerica visto che lo stesso direttore di gara ha sanzionato con l’espulsione il nostro difensore Sepe.

Con questa di oggi è l’ennesima gara in cui subiamo il torto senza battere ciglio. Adesso siamo stanchi di stare zitti, pretendiamo rispetto per gli enormi sacrifici che facciamo, speravamo che dopo Sessa, Somma Vesuviana, Orta di Atella, Cimitile e Cellole gli errori si sarebbero fermati ed invece no.

Ribadisco il pensiero dell’intera società, noi abbiamo sempre accettato il verdetto del campo, come quello di oggi a San Marco Evangelista, durante questa stagione abbiamo perso per nostri demeriti ma gli episodi che ci hanno condannato a molte sconfitte sono stati ingiusti e presi con superficialità e poca esperienza.

La Federazione ed il Comitato Arbitrale devono avere più rispetto per chi fa parte del gioco e lo finanzia con tanti sacrifici, errare è umano ma perseverare è diabolico. A questo punto siamo stanchi di ammettere la poca competenza o l’inesperienza da parte delle terne arbitrali. Pretendiamo rispetto.”

Nicola D’Ambrosio

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.