Home > Politica > Varianti al Prg e piano di protezione civile: il lavoro della commissione (...)

Varianti al Prg e piano di protezione civile: il lavoro della commissione edilizia a San Gennaro Vesuviano

martedì 26 novembre 2013, di La redazione

SAN GENNARO VESUVIANO. La commissione edilizia del Comune di San Gennaro Vesuviano sta lavorando alla redazione delle varianti al piano regolatore generale in vigore, che porterà ad una rivisitazione dello strumento urbanistico.

È stata avviata, inoltre, una collaborazione con il dipartimento della facoltà di Architettura dell’università Federico II di Napoli, per la redazione del nuovo piano di protezione civile alla luce della ridefinizione della zona rossa del Vesuvio.

Ad annunciarlo è l’assessore all’urbanistica del Comune di San Gennaro Vesuviano, Agostino Torino, che spiega: “Ritengo che il settore urbanistica stia facendo negli ultimi mesi un ottimo lavoro. Dopo la riorganizzazione dell’ area tecnica, che ne ha prodotto la divisione in due settori, siamo riusciti a dare un forte impulso al settore, che oggi può vantare una eccellente commissione sismica, grazie alla quale i cittadini possono ottenere in tempi brevissimi le autorizzazioni sismiche per le quali prima era necessario aspettare mesi per avere delle risposte dal Genio Civile di Napoli.

Encomiabile e apprezzabile è il lavoro prodotto dalla commissione edilizia, che operando in piena sinergia con il nuovo dirigente sta completando l’istruttoria di tutte le pratiche giacenti dal 2008 ad oggi, riuscendo così a dare risposte alle istanze dei cittadini e soprattutto, in tal modo, dando nuova linfa al settore edilizio con positive ricadute sulla ripresa economica non solo degli operatori del settore, ma su tutta l’ economia cittadina”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.