Home > Politica > Volla. Servizi sociali in deficit: critiche all’assessore Mauriello. Attacca (...)

Volla. Servizi sociali in deficit: critiche all’assessore Mauriello. Attacca anche la maggioranza

venerdì 21 febbraio 2014, di Patrizia Panico

VOLLA. Servizi sociali in deficit, nel mirino dei consiglieri dell’opposizione l’assessore responsabile, Simona Mauriello, nonché vicesindaco: "Per qualche oscuro motivo, nonostante Volla sia diventato il Comune capofila dell’Ambito Territoriale 24, ad oggi, i nuovi bandi dei servizi essenziali per gli anziani, i disabili e le famiglie in difficoltà sembrano chimere", sbotta il consigliere Andrea Viscovo, esponente di Noi Sud.

"Volla come capofila - prosegue Viscovo - attraverso l’ufficio di Piano, avrebbe il compito di programmare, monitorare e gestire tutti servizi sociali e socio-sanitari. L’attuale amministrazione presa dalla beghe interne, idee di rimpasto e così via, sta dimenticando quelle che sono le vere necessità del paese. L’assistenza domiciliare - aggiunge - per le persone non autosufficienti, che fino a qualche anno fa funzionava in modo adeguato ma pur sempre migliorabile, oggi è svolta a singhiozzo e presto, se non partiranno i nuovi bandi, verrà totalmente azzerata".

E le critiche, seppure meno pubbliche, negli ultimi tempi non sono mancate neanche dagli stessi consiglieri della maggioranza, guidata da Angelo Guadagno (Pd). Qualche giorno fa proprio tre consiglieri, oggi indipendenti (usciti dal Pd e Sel), avevano chiesto al sindaco una verifica politica sullo stato del programma di governo. Lamentele su diversi fronti: mancata approvazione del Piano urbanistico, a monte, ma anche le tasse (rata Tares), e i Servizi sociali erano nella black list dei tre consiglieri di maggioranza.

Fuoco nemico, insomma, ma è soprattutto il fuoco amico che preoccupa il primo cittadino negli ultimi tempi.

La Giunta, la scelta di alcuni componenti della squadra (3 su 5) a due anni dalla formazione sta facendo scricchiolare l’amministrazione Guadagno: a partire dall’assessore all’Urbanistica, l’assessore al Bilancio e per finire la responsabile dei Servizi sociali.

La vicesindaco, però, non ci sta alle critiche e rimanda ai mittenti, maggioranza e opposizione, le accuse: “Polemiche gratuite e soprattutto strumentali - dice l’assessore Mauriello - innanzitutto i bandi per i servizi sociali partiranno a breve. Ma va detto - spiega - che c’è un iter burocratico che andava rispettato a partire dall’istituzione del nuovo ufficio di Piano, all’approvazione da parte della Regione, il cui decreto - conclude Mauriello - di risposta positiva ci è giunto di recente”.

Fonte: di Patrizia Panico da Il Mattino area sud-costiera

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.