Home > Politica > Nitto Palma ha deciso: è Giorgio Esposito l’uomo del Pdl.

Nitto Palma ha deciso: è Giorgio Esposito l’uomo del Pdl.

sabato 20 aprile 2013, di Patrizia Panico


CERCOLA. Amministrative 2013, dopo tanta attesa anche per il Comune di Cercola è stato infine ufficializzato il candidato a sindaco del Popolo della Libertà.
Si tratta di Giorgio Esposito, 48 anni, geometra, ha uno studio tecnico a Cercola dove vive. Ad ufficializzare la candidatura di Esposito, ieri in tarda mattinata, sono stati i vertici provinciali del partito dopo la ratifica del coordinatore regionale Nitto Palma.

Con la candidatura del tecnico il centrodestra è stato ricompattato e si prepara alla sfida per il 26 e 27 maggio prossimi per il governo della cittadina. A supporto del candidato pidiellino ci saranno, inoltre, almeno altre due liste: una appartenente a Fratelli d’Italia e una lista civica di cui ancora non è stato reso noto il nome né il simbolo.

Giorgio Esposito correrà per la prima volta alla poltrona di sindaco ma non è un volto nuovo della politica cercolese. Nel 1998 è subentrato come consigliere di opposizione all’ex sindaco Pasquale Tammaro, all’epoca consigliere con l’amministrazione di centrosinistra guidata da Luigi Di Dato. E prima ancora, nel 1994, Esposito è stato cofondatore del movimento civico “Progetto Cercola”, insieme a Tammaro e a Salvatore Calvanese.
Quest’ultimo, ex assessore alla Pubblica istruzione nella Giunta Tammaro, oggi è candidato sindaco con Progetto Cercola.
La rosa dei candidati a sindaco della cittadina si va via via allargando, sono dunque cinque i papabili aspiranti allo scranno più alto: oltre al candidato del centrodestra Esposito, ci sono Salvatore Grillo per il Pd, Angelo Visone per il M5S, che ha già reso noto anche la lista dal blog del movimento locale, Salvatore Calvanese con la già citata lista civica e Luigi Giliberti a capo della civica “Impegno e Partecipazione”.

Ancora in fase di valutazione la posizione del Pse dell’ex sindaco Luigi Di Dato, indeciso se presentarsi con una lista propria o appoggiare il centrosinistra.
Un caso particolare quello di Achille De Simone, condannato in primo grado qualche giorno fa per violenza privata aggravata dall’articolo 7, che ha manifestato l’intenzione di candidarsi a sindaco con una propria lista.

di Patrizia Panico de Il Mattino area Sud - Costiera

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.